Per un Mondo Migliore

Aggiornamenti e contenuti
legati al "Progetto COEMM"

DISCLAIMER: Questa pagina è stata realizzata in modo indipendente e non è un contenuto ufficiale dell'Associazione COEMM.

Cos'è il Progetto COEMM?


Il Progetto Mondo Migliore, noto anche come Progetto COEMM,  è un progetto culturale e di ingegneria sociale e finanziaria che si è avviato nel 2015 a opera di Maurizio Sarlo dopo molti anni di gestazione.
Il progetto mira a diffondere la verità riguardo alle reali cause di crisi e povertà in Italia e nel mondo, così come a mettere insieme una massa critica di persone sparse su tutto il territorio italiano per fare da esempio pilota che dimostri come è possibile contrastare tale stato di crisi e sconfiggere la povertà attraverso una precisa ingegneria finanziaria.

leggi la trascrizione del video

Questo video è stato realizzato in modo indipendente e senza il patrocinio dell'associazione COEMM.
Il Progetto Mondo Migliore è molto vasto e il video coprirà solo alcuni aspetti in modo generico, ti invito quindi ad approfondire tramite i canali ufficiali dell'associazione per saperne di più.
Inoltre, poiché il progetto è ancora in fase di definizione, alcune informazioni fornite in questo video potrebbe essere cambiate nel momento in cui lo stai guardando. Ho comunque fatto del mio meglio per proporre una spiegazione rapida, chiara e semplice delle fondamenta di questo progetto.

Buona visione!


La "scommessa" di Maurizio Sarlo

Il Progetto Mondo Migliore, noto anche come Progetto COEMM,  è un progetto culturale e di ingegneria sociale e finanziaria che si è avviato nel 2015 a opera di Maurizio Sarlo dopo molti anni di gestazione.

La filosofia e il cuore di questo movimento è quello di rimettere l'uomo al centro della società: secondo l'insegnamento di grandi maestri quali Aristotele, Giordano Bruno, Rudolf Steiner, Pietro Ubaldi e altri ancora.

Il progetto mira a diffondere la verità riguardo alle reali cause di crisi e povertà in Italia e nel mondo, così come a mettere insieme una massa critica di persone sparse su tutto il territorio italiano per fare da esempio pilota che dimostri come è possibile contrastare tale stato di crisi e sconfiggere la povertà attraverso una precisa ingegneria finanziaria.

Per fare ciò, Maurizio Sarlo ha avviato una "scommessa" : unire attraverso il solo passa parola un numero sufficiente di persone motivate (almeno 11 in ogni comune d'Italia, per un totale di 88.000 persone) tale da convincere uno o più finanziatori a erogare un microcredito mensile pari a 1.500 €  per ciascuna persona, da spendere nel mese in cui lo si riceve e secondo regole precise che permettano una circolazione "virtuosa" del denaro; favorendo dunque la micro, piccola e media impresa italiana, e tutte quelle imprese che aderiscono a valori di etica, ecologia e altruismo, oltre a farsi loro stesse promotrici del progetto.

E' anche importante sottolineare che questo microcredito non è un prestito, ma viene versato mensilmente alle persone a fondo perduto, senza dunque nessun obbligo di restituzione. L'unica condizione necessaria per riceverlo è quella di essere "allineati" al progetto: rispettando il regolamento pubblicato dall'associazione, versando la donazione di 1 € al mese e partecipando agli incontri mensili.

Vi sono diverse altre soluzioni che il progetto promuove per sconfiggere le cause primarie delle cicliche crisi, prima fra tutte l'emissione di moneta a credito da parte dello Stato per finanziare infrastrutture e servizi strategici (come autostrade, ospedali, sanità, istruzione etc.), la creazione delle isole IDEMM (villaggi autosufficienti che si pongano come esempio di convivenza efficace e sostenibile), la promozione di azioni sociali e politiche per una profonda riforma del lavoro, dell'agricoltura, della finanza, della scuola e della sanità.

In questo video non copriremo tutti questi aspetti, ma è bene capire che la massa critica di persone e l'erogazione del microcredito fungono da motore centrale per spostare gli equilibri politici in favore di tutte queste azioni e assicurare il successo del progetto stesso.


La crescita del progetto: 1 milione di persone

Il progetto prevede nel tempo la crescita del numero di aderenti fino ad un totale di 1 milione di persone. In questo momento, le associazioni di calcio dilettantistiche sono state individuate come probabili veicoli per l'entrata nel progetto di altre persone oltre a quelle che già formano la prima massa critica.
Data la grande diffusione di queste associazioni sul territorio, la popolarità del calcio in Italia e il grave stato in cui versano le casse delle associazioni stesse, si è ritenuto che fossero il veicolo ideale per promuovere il progetto.
Le associazioni calcistiche riceveranno infatti 200 € di donazione mensile sottratti dai 1.500 € del credito fornito alla persona che entra a far parte del progetto attraverso di loro, la quale riceverà dunque 1.300 € mensili.

La struttura del progetto

Il Progetto Mondo Migliore è creato e gestito dall'associazione COEMM. Le persone che vogliono farne parte possono unirsi in circoli locali di 11 persone, formati da 1 capitano e da 10 persone operative (denominate PO). I circoli locali denominati CLEMM (Circoli Locali Etici Mondo Migliore) si ritrovano una volta la mese per discutere  di tematiche legate al progetto stesso e agli argomenti che questo promuove.

I CLEMM sono slegati dall'associazione COEMM, e si identificano come libere associazioni di cittadini. Questa particolarità è importante per permettere all'associazione COEMM di isolare coloro che aderiscono ai circoli con intenti truffaldini, e per mettersi al sicuro rispetto a qualsiasi attacco.

Ogni persona che partecipa ad circolo locale etico può versare una libera donazione mensile di 1 € all'associazione. Le donazioni permettono al COEMM di essere libero da sponsorizzazioni, sostenendo le proprie spese in modo autonomo.
Anche se Maurizio Sarlo ha ribadito più volte che il COEMM non è nato per fare beneficenza, dal 2015 al 2017 oltre il 70% dell'ammontare delle donazioni è stato usato per sostenere persone in difficoltà (pagamento di affitti, bollette, spese etc.) e per contribuire a lanciare e sostenere molti progetti efficaci rispetto alle problematiche sollevate dal progetto.

A livello nazionale, la rete del COEMM viene gestita in modo capillare da rappresentanti nazionali, regionali, provinciali e comunali che si occupano di diffondere l'informazione e aiutare la crescita del progetto. Tutti coloro che partecipano alle varie cariche lo fanno in modo volontari e senza percepire alcuno stipendio.


Le 4 regole del progetto

Il progetto si basa su 4 regole fondamentali:

  1. Etica
  2. Altruismo
  3. Riservatezza
  4. Buona comunicazione

I principi di etica e altruismo sono quelli fondanti di tutto il progetto, visto che esso promuove il valore umano e il bene comune, e richiede alle persone di cominciare a considerare come il proprio benessere dipenda anche dal benessere della società tutta.
La regola della riservatezza non significa "segretezza", ma è piuttosto la pratica del buonsenso nella gestione delle informazioni relative al progetto, specialmente nella sua fase di start-up, dati i forti interessi contrari che esso stimola da parte di alcuni politici, banche e in generale dei vecchi sistemi di potere che ancora muovono i fili dell'economia dietro le quinte.
Infine, la regola della buona comunicazione prevede che ci si impegni a comunicare in modo sempre più chiaro e positivo sia per quanto riguarda il passa parola legato al progetto sia quando si discute di tutti i temi da esso promossi.


Il Partito del Valore Umano

Nel 2017 è nato in seno alla rete dei CLEMM un partito politico che si è offerto di promuovere il programma del COEMM. Il Partito Valore Umano ha anche partecipato alle elezioni politiche del 2018.

I punti chiave del suo programma sono dunque gli stessi promossi dal COEMM: tra cui, solo per citare quelli più eclatanti, l'emissione di moneta a credito da parte dello Stato e la riforma dell'orario lavorativo a 4 ore.

La particolarità del Partito Valore Umano è anche che questo organismo politico accetta di essere monitorato dal COEMM perché siano sempre rispettati i principi chiave del progetto. Il partito, pur essendo slegato e indipendente dal COEMM, diventerà naturalmente l'organo politico in grado di dare voce in parlamento a tutti i cittadini che fanno parte del progetto.


Cosa ha fatto il COEMM in questi 3 anni?

Dal 2015 al 2018 sono state intraprese moltissime azioni in termini di educazione, solidarietà e promozione di soluzioni e prodotti innovativi che sono in linea con gli ideali del progetto.

In questo video non è possibile fare un elenco completo di tutte le cose fatte, eccone solo alcune:

  • Sono stati organizzati oltre 280 tra eventi e conferenze in tutta Italia.
  • Sono stati divulgate le vere cause di crisi e povertà e le possibili soluzioni.
  • Sono stati promossi molti metodi alternativi, sostenibili ed efficaci per la medicina, l'agricoltura, l'industria, l'economia, l'educazione e la crescita personale.
  • E' stato promosso e presentato il "combustore", una macchina in grado bruciare molti tipi di rifiuti con 0 emissioni di CO2.
  • E' stata promossa la libertà di scelta sui vaccini e la ricerca sui loro reali effetti sulla salute.
  • Sono state sostenute molte famiglie in stato di indigenza.
  • Sono effettuate donazioni per diverse situazioni di bisogno.
  • Si è contribuito a  creare e promuovere la fondazione CEIDA per lo sviluppo dell'Africa.
  • Si sono convinti alcuni investitori internazionali a finanziare il progetto tramite l'emissione di un microcredito verso tutti gli aderenti.
  • E moltissime altre cose che qui non è possibile elencare…

Gli attacchi e le polemiche

Il Progetto Mondo Migliore, soprattutto dopo l'accanimento mediatico di "Striscia la Notizia" è stato oggetto di veementi polemiche, dove ogni errore o rallentamento di percorso è stato visto come sintomo di truffa ai danni dei tanti che cominciavano a seguirlo.

Le polemiche hanno causato l'uscita dal progetto di molti tra coloro che non ci credevano veramente, ma allo stesso tempo ha rinforzato la presenza di persone fiduciose ed impegnate nel promuovere le azioni necessarie al suo successo.

Al centro delle polemiche naturalmente c'è l'erogazione del microcredito dei 1.500 € al mese, che è stato ritardato rispetto alle promesse fatte al fine di trovare soluzioni inattaccabili dal punto di vista legale e fiscale. Molte persone, che si erano avvicinate al progetto solo con la speranza di avere dei "soldi gratis" si sono sentite tradite e alcune hanno scelto di indossare la maschera dei più feroci detrattori.

Un altra fonte di polemiche è stata l'identità dei finanziatori del microcredito, che ad oggi resta ancora anonima. È stato sempre ribadito d'altra parte che il progetto poteva solo svolgersi a carte coperte fino all'ultimo istante, per non rischiare attacchi e destabilizzazioni da tutti i soggetti che remano contro di esso.

Ad oggi il COEMM e Maurizio Sarlo sono già stati indagati dalla Guardia di Finanza senza che fosse trovata alcuna scorrettezza, e il progetto né è uscito più forte, con un nocciolo duro di aderenti fortemente motivati a farlo crescere rapidamente.

C'è anche da dire che questo progetto, pur con tutti gli inevitabili rallentamenti ed errori di percorso, risulta già estremamente scomodo per tutti quegli organi di potere che da dietro le quinte sono stati sempre interessati a mantenere la società in uno stato di perenne crisi, così da poterne manovrare meglio gli equilibri.

Senza dover tirare in campo la teoria della cospirazione, è anche verosimile che buona parte delle polemiche vengano stimolate e pilotate ad hoc, vista soprattutto la violenza di alcuni attacchi verso un progetto che tutto sommato  viene liberamente seguito dai cittadini e richiede un impegno minimo da parte di ciascuno.


Conclusione

Personalmente ho aderito al progetto nel gennaio 2017, e da allora ne ho potuto appezzare sempre meglio la portata "storica".

Questo movimento è fatto di persone, ognuna con i propri limiti  e piccoli grandi egoismi, e dunque anche la sua piena riuscita dipenderà principalmente dalla nostra capacità di avere fiducia nella possibilità del cambiamento positivo, smettendo di difendere ciascuno il proprio orticello di beni e convinzioni per cominciare invece a dare la priorità al bene comune e alla possibilità di crescere tutti insieme, ognuno con la propria preziosa diversità.

Il momento storico che viviamo è ideale per questa nuova fioritura di coscienza, cavalcando il potere connettivo di internet e l'incredibile mole di informazione alternativa che ora è a disposizione.

Se c'è un tempo perfetto per una svolta epocale, è proprio questo… e anche se le cose possono sembrare andare a rilento talvolta, o addirittura incepparsi, è solo perché ci si dimentica di guardare oltre focalizzandosi troppo sul sassolino nella scarpa.

Ho visto crescere e prosperare questo progetto attraverso le polemiche più violente, guidato da una persone umile e di grande cuore, oltre che di finissima intelligenza, che ho stimato fin dal primo momento.

Io dunque, ci credo profondamente, e insieme a centinaia di migliaia di altri desidero essere cellula attiva di questo grande cambiamento.

Niccolò Angeli

Siena, 15 Novembre 2018

iscriviti agli aggiornamenti
Selezionando anche la nostra Newsletter riceverai aggiornamenti su tutti i nuovi contenuti del nostro blog, altrimenti solo aggiornamenti legati al Progetto COEMM

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sul Progetto COEMM.
Puoi anche scaricare l'applicazione "COEMM Mondo Migliore" per Android o i-Phone.

★ Il "punto di svolta" verso un mondo migliore

Il Progetto COEMM rappresenta un punto di svolta per il cambiamento positivo in Italia e nel mondo, noi ci crediamo fortemente. Per avvicinare più persone al progetto puoi condividere, oltre a questa pagina, anche il video qui a lato nei tuoi canali sociali.
Trova il video su Youtube e Facebook
oppure scaricalo direttamente per condividerlo su Whatsapp

"Nel vortice del cambiamento" - videocorso gratuito per tutti gli aderenti a un CLEMM

Un percorso rapido per attivare la coerenza mente/cuore e contribuire al "grande cambiamento" di coscienza del nostro tempo. Imparare a stare al centro del vortice del cambiamento per allinearsi alla sua energia e trasformare qualsiasi "crisi" in opportunità. Se fai parte già di un CLEMM il corso è completamente gratuito.

Richiedi l'accesso gratuito - Più info sul corso

Articoli sul progetto COEMM e sui temi del Mondo Migliore

  • Tutti
  • Mondo Migliore
  • Progetto COEMM
guardane altri tieni premuto il tasto SHIFT per caricare tutto Visualizzare Tutti?

Canali e link ufficiali del Progetto COEMM


Chi siamo

Accademia InfinitaAccademia Infinita è una scuola online di spiritualità e crescita personale: creiamo corsi, meditazioni guidate, video, arte, articoli e tanta informazione alternativa su tutto ciò che riguarda il pianeta e gli esseri che lo abitano in questo tempo di grande cambiamento.
> Di più su di noi.

Accademia Infinita e Niccolò Angeli non detengono alcuna carica all'interno dell'Associazione COEMM. Questa pagina è stata creata in modo indipendente a solo scopo informativo e di divulgazione del progetto.