8 Marzo 2017
  10 Replies
  5.7K Visits
Buongiorno Niccolò

Sono Sergio, ho acquistato i tuoi 2 corsi su Piùchepuoi e mi riprometto di trovare il tempo e la calma per seguirli seriamente. Sono molto interessato a questi argomenti e mi piacerebbe rivolgerti alcune domande.

Con lo sviluppo del 3 occhio e della consapevolezza di ciò che ci circonda si potrebbe aiutare le persone non vedenti (che hanno perso la vista ma che hanno la memoria delle cose) a orientarsi e migliorare la loro vita ?

Da quanto poco ho letto di te sul sito di Piùchepuoi tu sicuramente avevi per dono naturale questi poteri e lo hai sviluppati ed espansi al punto di poter insegnare ad avvicinarsi diciamo alla verità.
Qualcuno sostiene che con una determinata tecnica e molto esercizio sia possibile per un non vedente vedere come se avesse ancora la vista (mkomissarov.com) addirittura brevettando la tecnica (Infovisione: US20080103409 A1), pensi sia possibile ?

Mi rivolgo a te perché il mio cuore mi dice che forse tu sei la persona giusta che può darmi queste risposte e forse può aiutarmi davvero, non voglio illudere me stesso e tanto meno il povero Attilio. Il non vedente è mio suocero, Attilio, a cui voglio bene come a un padre, un pittore che in 2 giorni ha perso totalmente la vista. Se fosse possibile aiutarlo a vedere con la mente farei di tutto per aiutare lui e tutti quelli che come lui sono piombati nel buio.

Spero che tu possa darmi un parere spassionato. In ogni caso sono intenzionato ad approfondire la conoscenza di questi fenomeni ed esercitarmi io stesso a raggiungere quanto tu dici nel corso, l’intuizione nel mio lavoro è fondamentale, mi occupo di ricerca in campo tecnologico.
Se hai altro materiale da consigliarmi sono tutt’orecchi.

A presto
Sergio
Ciao Sergio,
era un pò che sentivo parlare di Infovisione e il tuo messaggio mi ha stimolato ad approfondire.

Ho guardato alcune conferenze e video di Mark Komissarov, quello che percepisco è molto buono.
Premetto che non conosco lui di persona, nè ho sperimentato le sue tecniche, questa è puramente un'analisi intuitiva.

In Messico molti anni fa nacque una metodologia che ottiene gli stessi effetti, si chiama Visione Extraoculare, ma al momento è diffusa solo in Sud America e Inghilterra che io sappia.
Avevamo anche pubblicato un bellissimo video su questa metodologia:
https://accademiainfinita.it/blog/44-misteri/373-bambini-dimostrano-incredibili-super-poteri-terzo-occhio

Anche nel caso della Visione Extraoculare, essa funziona principalmente per i bambini con meno di 12 anni, ma leggo che Infovisione invece è stata sperimentata su adulti anche affetti da cecità con buoni risultati.

Detto questo, naturalmente non ti consiglio di inondare tuo suocero con facili speranze, forse la cosa migliore sarebbe che tu stesso sperimentassi la metodologia e verificassi per conto tuo. Io sicuramente vorrò fare un seminario appena ce n'è uno disponibile, potremmo anche incontrarci lì :)

Mi piace anche che Komissarov sia così aperto alla verifica scientifica del suo metodo, questo è sempre un buon segno e oltretutto in Italia c'è un team di scienziati di tutto rispetto che ha già verificato l'efficacia del metodo, pur restando piuttosto scioccati...

Come hai già visto ho appena pubblicato sul nostro blog un articolo con più info su Infovisione, lì in fondo ci sono anche i contatti del sito e della pagina facebook:
https://accademiainfinita.it/blog/46-benessere/590-infovisione-un-metodo-rivoluzionario-per-vedere-senza-occhi

Corso di Infovisione a Loreggia (PD) : clicca il link qui sotto per tutte le info
https://accademiainfinita.it/blog/46-benessere/590-infovisione-un-metodo-rivoluzionario-per-vedere-senza-occhi

Abbraccio
Ciao Chloe,
ti ringrazio per la tua opinione. Personalmente la mia intuizione mi da una sensazione molto positiva, quindi vorrò toccare con mano... anche perchè ci sono tante persone che mi chiedono consigli e ho bisogno di sperimentare di persona.
Per quanto riguarda la scuola in Inghilterra loro che io sappia lavorano solo con i bambini sotto i 12 anni,
questo è il sito: http://www.icuacademy.co.uk/icu-awareness-programme/

Al momento non vedo eventi/corsi in programma, nella pagina di contatto dice che stanno ricevendo tantissime mail e per questo i tempi di risposta sono lunghi. Io li contattai quasi un'anno fa per organizzare un corso in Italia, ma poi non ci siamo più sentiti, di più non so dire.

@Sergio
ESISTE LA VISIONE EXTRA SENSORIALE ? E SE SI COSA BISOGNA FARE PER ATTIVARLA ?

Certo che esiste, ma se non ne hai esperienza personale è più che normale che tu ti ponga la domanda.
Tuttavia più che di "visione" secondo me è meglio parlare di "percezione". Quando io percepisco qualcosa ad occhi chiusi, non necessariamente la vedo come la vedrei con gli occhi fisici, piuttosto ricevo molte informazioni diverse (percezioni fisiche, sensazioni, emozioni, o semplicemente la sensazione di sapere qualcosa di quell'oggetto che sto percependo).

Ci può essere una visione proprio come quella fisica, o simile ad essa, ma la percezione extra-sensoriale è un fenomeno molto più ampio di così.
La cosa ironica è che tutti ne facciamo uso continuamente, ma o non ce ne rendiamo conto o la chiamiamo "fantasia". Questo è proprio ciò che cerco di trasmettere anche nel corso "Il Potere della Visione": l'idea che non devi "aprire" il terzo occhio, ma solo renderti conto che lo stai già usando continuamente. Smettere di chiamare "fantasia" le tue percezioni e cominciare a dare loro un valore diverso.
Siamo tutti esseri magici, ma siamo anche programmati a racchiudere tutto nella scatola della razionalità, che è molto... molto stretta per noi.

Comunque sono sicuro che tutte queste metodologie verranno a galla nei prossimi anni, scienza e spiritualità si stanno avvicinando sempre di più, avremo anche tecnologie che ci aiutano nel lavoro spirituale.

Abbraccio a tutti e due!
Hanno appena pubblicato le testimonianze dopo l'ultimo seminario di II° livello, ve le posto qui, tanto per sentire qualche altra campana:



Questo video invece fa capire meglio la metodologia in generale (a partire dal min. 41)


https://www.youtube.com/watch?v=_hbvtrd1umi&;t=4107s
circa 5 anni fa
·
#389
Ciao a tutti. Io ho fatto il seminario di infovisione e mi dispiace Chloe che hai avuto un'esperienza negativa. Ora vi scrivo la mia esperienza con mie considerazioni.
Magari costa tanto, ma calcolando viaggio aerei + circa 10 giorni in hotel con prenotazione sale conferenze, più traduttrice russa e inglese piu compenso organizzatrice ecc.. ma non sto qui a discutere il prezzo, in giro c'è di peggio, seminari diciamo di crescita interiore che costano anche 15.000 € che chissà che informazioni ti prprinano, perchè a quella cifra magari il 50% è solo il proprio effetto placebo che fa "funzionare/credere" quello che ti dicono, e forse è tutto sul piano mentale, ma non li ho mai fatti quindi non posso tanto criticare, è solo mio parere.

Prima di tutto vorrei dire che l'esperienza seminario infovisione è molto molto personale a livello esperienziale di espansione di miglioramento e non è uguale per tutti, soprattutto i risultati, perfortuna, altriementi saremmo tutti automi che reagiscono alle sterili informazione e basta.
Tra tutti i seminari (selezionati) che ho fatto, shamanesimo, theta healing ecc ecc ecc (avrei anche da rìdire a riguardo, insegnanti/tecniche, perchè molti si basano solo su effetto placebo), infovisione è l'unico in cui mi sono divertito davvero tanto, in più ho vissuto nel mentre anche un "corso accelerato" di autostima e la cosa che mi è piaciuta più di tutte è che SPONTANEAMENTE si è formata un'atmosfera di gruppo di condivisione reciproca tra i seminaristi (con entusiasmo e voglia di reincontrarsi insieme anche dopo il seminario), cosa che mai e poi mai ho vissuto negli altri seminari. E per me questa cosa va oltre tutto quello che si possa dire del seminario, perchè in questo attimo di condivisione si è riusciti a smantellare il sistema mentale dell'individualismo, in Italia molto radicato purtroppo.
Io porto gli occhiali, diottrie 2.25 e 2.75, miope, astigmatico, con asse occhi spostato di 2° gradi, costo occhiali 800€ circa), vorrei dire che alla fine del 2° lv tutti e dico tutti hanno avuto dei miglioramenti positivi concreti alla vista, dopo solo 3 mattine, sia per chi portava gli occhiali sia per chi non li portava, è il bello è che ci sono stati dei miglioramenti sia da lontano che da vicino per tutti, e per me non è come dice Chloe sul fatto che alla fine del secondo livello ti fanno sforzare a leggere e quindi perforza di cose poi leggi, no, io già da subito ho letto senza sforzo 3 righe in più da lontano e 4 righe in più da vicino, rispetto alla prima volta del test, e sforzandomi si allora ho letto alcune lettere giuste della 4 riga da lontano e alcune lettere della 5 riga da vicino.
Riguardo al vedere sotto la maschera (che è la maschera di allenamento), che non è infovisione, la maschera è solo uno strumento per allenare i due emisferi a guardare oltre, poi col tempo e l'allenamento sì che si attiveranno le percezioni visive del Talamo (ponte/trasmettitore di segnali sensoriali anche visivi). Certo che si vede la luce sotto, la luce è informazione, da qualche parte deve arrivare per far ricevere ai 2 emisferi l'informazione/vibrazione energetica della realtà fisica che ci circonda, e prima sì si ricevere informazione con la maschera perchè è con essa che si può esperienziare la proiezzione dei due emisferi per allenarli e prepararli alla ricezione o percezione visiva diretta al Talamo, poi nn userai più la maschera. Questo è quello che ho appreso io confrontandomi con gli altri. E come tutte le cose, ognuno ha il proprio tempo esperienziale di miglioramento nella pratica.
Ah ultima cosa, con me l'effetto placebo non funziona, quindi meditazioni guidate ecc ecc ecc non mi danno nessun beneficio, con questo vorrei dire che ai seminari di infovisione è solo e tutta pratica esperienziale, nessuna meditazione visualizzazione, niente di niente, e secondo me questo è un punto forte, ora riesco a guidare la macchina senza occhiali cosa che prima mi era impossibile, certo non vedo nitido come una vista perfetta però ci vedo e ho fiducia dei miglioramenti. Spero vi sia stata utile. Saluti a tutti. P.s: questo è il primo e ultimo commento che scriverò perchè ho smesso di perdere energie nei commenti su internet, potete criticare quanto volete, affar vostro. Buona vita a tutti.
circa 5 anni fa
·
#393
Salve, io ho partecipato a quest'ultimo seminario e ho piacere di condividere la mia esperienza diretta. L'organizzazione di chi gestisce gli orari è stata davvero pessima, ma i relatori Mark e Mihaela sono persone competenti e preparate, hanno svolto il loro lavore egregiamente andando incontro il più (umanamente) possibile alle esigenze di tutti. Io stesso ho provato ad indossare la mascheracon i fotodiodi per misurare i lumian (la quantità di luce) che filtrava all'interno e anche se il rilevatore segnava 0 ci vedevo lo stesso. Il campo visivo che ho raggiunto ora non è ampio come quello che sfrutta il nervo ottico ma è già un buon risultato vederci direttamente con il cervello senza l'uso degli occhi per cui sono soddisfatto. Mi dispiace per chi non riesce a vedere niente ma ritengo sia un problema personale e non relativo al metodo, in quanto tutti i presenti hanno riscontrato benefici. L'infovisione serve a potenziare il nostro cervello ed avere dei benefici nella vita di tutti i giorni, la maschera serve solo per allenarsi; naturalmente i benefici raggiunti raggiunti dipendono solo da noi stessi e dal nostro impegno, come del resto tutto nella vita funziona così... Sono grato di aver fatto questa esperienza, la consiglio non si tratta solo di suggestione.
circa 5 anni fa
·
#395
Ciao a tutti
Grazie per i contributi anche se adesso tra esperienze positive e negative capisco che se voglio sapere se funziona devo provare.
Chiedo a Davide e ad Alessandro che ritengono l'esperienza positIva se continuano ad esercitarsi e se hanno la sensazione di avere una marcia in più. Mi riferisco alle affermazioni di Mark che sostiene il suo metodo per aumentare le capacità del cervello , dando così un contributo alle attività di ognuno.
Potete affermare che le percezioni extra sensoriali sono aumentate ? Mark ha brevettato il suo metodo , do gli estremi nel documento di apertura del forum. Quali sono gli esercizi che attirano le capacità del cervello ? Anche un noto guru americano Roj Martina cita la "Remote viewing " sostenendo di aver fatto un apposito corso presso la CIA . Dove è la verità?
Saluti a tutti da Sergio
circa 5 anni fa
·
#417
Ma di che esercizi si tratta? Solo capire il mondo esterno indossando una maschera? C'è altro?
A me sembra che, qualunque tipo di esercizi sia, si può fare tranquillamente a casa per i fatti propri... 900 euro per poche ore di pratica mi sembra un prezzo esagerato, senza contare le spese di viaggio e alloggio per non so quanti giorni (sette?) E se non funziona i soldi se li tengono loro? mi pare che non ci sia la garanzia soddisfatti o rimborsati...
L'esercizio con la maschera, tra l'altro, non è una sua invenzione perchè da decenni si fanno esperimenti in ganzfeld (cioè coprendo gli occhi, con luce soffusa ecc..), e nessuno ha mai brevettato quel metodo...Forse lui è stato semplicemente furbo nel prendere il metodo altrui e metterci il brevetto, magari apportando solo qualche piccola modifica e facendo credere che sia tutta farina del suo sacco...
Cmq gli esercizi in ganzfeld a volte funzionano, non con tutti però...Per sapere come farli non dovete spendere una lira, internet dice tutto gratis, al massimo potreste comprarvi un buon libro
Ciao a tutti,
allora ecco la mia testimonianza fresca fresca di seminario InfoVisione.
Per i pigri ecco il responso diretto: confermo la mia impressione iniziale, il metodo e il corso sono validi e funzionali.
Ciò detto, i risultati sono ovviamente diversi per ognuno, la persona deve volere ricercare e sperimentare veramente, sospendendo i dubbi della mente razionale, per rimanere veramente soddisfatta.

E per chi ha voglia di leggere, ora approfondiamo.

Mark e Mihaela (l'unica trainer di InfoVisione riconosciuta fin'ora, che ha guidato il seminario insieme a Mark) hanno due approcci molto diversi, e questo è un gran bene secondo me.
Mark è pratico, giocoso e solare... con la leggerezza e il sorriso ti guida a fare esperienza. Mihaela ama invece farti capire anche con la mente, spiegare "come funziona" ciò che stai facendo, e guidarti in un processo più lungo, ma più accettabile per la mente.

I° livello:
è un metodo studiato per stimolare l'intuizione (Mark non ama chiamarla intuizione, ma io si), il cosiddetto "canale InfoVisione", che poi non sarebbe altro che il canale attraverso il quale riceviamo qualsiasi informazione bypassando i 5 sensi... io l'ho sempre chiamato canale intuitivo.
Il I° livello è giocoso e leggero, Mark è un bravo clown, un insegnante pragmatico e solare capace di guidarti a bypassare la mente razionale sorridendo.
Sono semplici esercizi per stimolare l'intuizione, ma molto utili soprattutto per chi non crede in sè stesso o ha una mente razionale molto rigida e scettica, questo livello apre un po' la porta al lavoro più intenso che si fa in seguito, ed è veramente adatto a tutti, senza limiti di età, cultura o condizione.

II° livello:
è dove si usa la maschera e si comincia a "Vedere senza occhi".
La particolarità di InfoVisione, che permette di applicare il metodo anche agli adulti (dei tanti metodi per vedere senza gli occhi che io sappia questo è l'unico che può essere insegnato anche agli adulti) è l'uso di una maschera nella quale puoi tenere gli occhi aperti. Il cervello accetta di più la possibilità di "vedere" se hai gli occhi aperti dentro la maschera, e il contorno spugnoso di questa maschera è un'ulteriore aiuto perchè la mente si rilassa pensando che un pò luce possa filtrare.

Ad ogni modo nel II° livello la mente razionale viene messa a dura prova, perchè l'impressione di sbirciare dalla maschera con gli occhi fisici è veramente fortissima, e non tutti saranno pronti a credere che non sono gli occhi a guardare.
Ora capisco meglio i tanti dubbi espressi da cloè più indietro in questa discussione: la prima impressione di chi parte già scettico è facile che sia "è una truffa".
Ovviamente tutto è sempre soggettivo: la mia mente razionale ad esempio ha fatto e fa ancora resistenza, ma al contempo sono così sicuro dell'onestà di Mark e Mihaela che non cedo al dubbio, ma sono motivato a continuare a fare pratica.

Così ora mi trovo nell'interessante bivio di essere convinto di guardare con gli occhi fisici dalle fessure quando la maschera è lenta, e al contempo avere totale fiducia negli insegnanti. Ho avuto modo di osservare Mark e Mihaela da vicino, di percepirne l'energia: io non percepisco nessuna menzogna in queste due persone che con grande passione ti guidano nell'esperienza
Forse io ho anche il vantaggio di avere già visto il mondo altre volte ad occhi chiusi, durante particolari stati di coscienza, di avere visto l'energia sottile durante le pratiche di meditazione e il lavori con il Terzo Occhio, insomma di avere vissuto tante esperienze che mi hanno ormai convinto che tutto è possibile... e tuttavia la mia mente razionale ancora resiste.

Io stesso dunque non mi fido delle fessure "virtuali" nella maschera, dalle quali si vede così bene da poter leggere tranquillamente. Quindi già ora la sto applicando molto stretta, eliminando ogni possibile dubbio. Nell'oscurità totale della maschera, con fogli colorati alla mano, dopo qualche ora di pratica ho già imparato a percepire chiaramente la luminosità quando avvicino il foglio lateralmente alla maschera. Curiosamente (ma forse non poi così tanto), se chiudo gli occhi dentro la maschera e avvicino il foglio, l'effetto non cambia, ho comunque l'impressione che un alone luminoso si accenda nella maschera.

Certo, dalle fessure virtuali con la maschera messa lenta potevo fare di tutto: leggere, scrivere, camminare, giocare con le palline... ma la soddisfazione di vedere un alone luminoso con la maschera strettissima e ogni dubbio finalmente fugato è estremamente più ampia... anche se si tratta per ora solo di un semplice alone di luce.

Così, ognuno dovrà poi scegliere come procedere: se scegliere la via facile (Mark) e avere fede nelle nitidissime finestre virtuali, o scegliere la lenta via del dubbio (Mihaela) praticando con la maschera stretta fino ad ottenere risultati che fughino ogni possibile incertezza.

Anche Mihaela infatti , ci ha confessato di aver avuto gli stessi identici dubbi per diversi mesi. Ha dovuto trovare "le sue proprie prove" a conferma che quanto sperimentava era genuino e non un trucco.
Per lei questo ha significato imparare a guardare attraverso la maschera mettendola molto stretta, e guardando solo di fronte (senza cercare di guardare dalle fessure laterali), e questa ricerca di prove ha culminato nel farsi esaminare con apparecchiatura medica in grado di percepire l'attività della retina per verificare che sì, con la maschera la retina dell'occhio rimane inattiva, anche se ti sembra di usare gli occhi fisici per vedere.

Mark durante il seminario ti fa anche indossare la maschera speciale con i fotodiodi, che dimostra che non c'è luce che arriva all'interno della maschera (ma tu naturalmente vedi proprio come se ci fosse un buco, una fessura da cui sbirci). Anche questa prova più "scientifica" non può convincere tutti, perchè può sempre sorgere la domanda se la macchina non sia tarata male, o se l'occhio non impedisca esso stesso ai fotodiodi di ricevere la luce che invece l'occhio "sembra" ricevere.

Si torna sempre lì: ognuno deve lavorare per trovare le proprie prove, quelle in grado di convincerlo che non sta barando, e che invece l'esperienza è genuina.

Un altro fattore fattore fondamentale è la fiducia negli insegnanti: se non ci si fida di Mark e Mihaela al 100%, sarà dura non sentirsi truffati.
Nell'insieme è un'esperienza molto interessante per osservare la propria mente, le sue resistenze, le sue dinamiche.
Il nostro cervello ad esempio non è assolutamente in grado di accettare la possibilità di vedere senza usare gli occhi ( a differenza di quello dei bambini fino a i 12 anni, per i quali tutto è molto più semplice), e secondo Mark questo è il motivo per cui la maschera deve essere messa molto lenta... così che il cervello possa pensare "posso sbirciare con gli occhi dalle fessure".

Accadono anche cose esilaranti: uno dei partecipanti, con la maschera lenta abbastanza, vedeva bene un foglio colorato sul suo lato destro... poi Mihaela si è spostata in silenzio sempre più dietro la persona, e quella continuava a vedere il colore. Infine Mihaela ha posto il foglio dietro e poi sopra la testa della persona... ancora vedeva il colore. In questo esperimento la chiave era che il cervello della persona continuasse a pensare che il foglio si trovava in una posizione da cui gli era possibile vederlo con gli occhi fisici, seppur a fatica.
Con altre persone il foglio è stato persino posto (senza che lo sapessero), sotto il tavolo, e la risposta era ancora giusta.

Ecco i video di entrambe queste esperienze:



Insomma, il metodo per me è valido, ma come tutti i metodi non è una bacchetta magica. Se la persona non lavora a spostare i limiti di ciò che crede possibile, se non si fida degli insegnanti, se rifiuta di accettare l'esperienza... il metodo di per sé non può funzionare.

@Sergio
Penso a te, Sergio, che così tanto cerchi di "capire" se questo metodo è valido, che fai tante ricerche, che cerchi informazioni... ti capisco, perchè anche io ho avuto questo atteggiamento per tanto tempo rispetto alle esperienze che mi chiamavano. Ma alla lunga tutto questo desiderio di capire "a freddo" se una cosa è buona o no rischia di diventare tutto mentale, se non ci apriamo alla possibilità di fare praticamente delle esperienze... e magari di sbagliare, magari anche di incontrare veramente il truffatore.
Tutto ciò che puoi fare per smuovere i tuoi dubbi è fare l'esperienza, io non credo che ci sia altro modo. Ma anche quando fai l'esperienza, se la mente si rifiuta di accettarla i dubbi resteranno. Ecco perchè il lavoro vero, secondo me, lo si fa poi a casa, esplorando questi dubbi e smontandoli un dopo l'altro aprendosi sempre di più alla possibilità di sperimentare qualcosa di inusuale.
InfoVisione è un metodo intuitivo che richiede molta fiducia. La razionalità, almeno all'inizio, è solo di ostacolo secondo me. Per questo nel tuo caso forse sperimentare con la visione remota sarebbe più utile, perchè quello è un metodo (almeno il metodo classico, quello sviluppato da Ingo Swann parecchi anni or sono) almeno che io sappia molto logico e facile da accettare per la mente. Con la visione remota non vedi l'oggetto remoto tutto insieme, ma sei guidato a percepirne un pezzo alla volta un passo dopo l'altro, in un lungo tedioso processo di raccolta di informazioni. Poi tutti i pezzi vengono messi insieme per ricevere la visione d'insieme. Questo almeno è il metodo classico di visione remota, che tutti possono applicare con l'esercizio, poi ora magari ci saranno in giro anche metodologie diverse e meno tediose.


Ad ogni modo non aspettatevi iniziazioni esoteriche o magiche pratiche energetiche... tutto è molto semplice, quasi troppo semplice per la mente razionale.
A vederlo dopo, tutto ciò che abbiamo fatto potrebbe sembrare qualcosa che uno può fare a casa sua in solitaria, ma io so che non è così. Senza il rapporto con questi insegnanti, senza il gruppo di lavoro, senza le resistenze e le risate vissute tutti insieme... la maggior parte delle persone non sarebbe in grado di cominciare ad aprire la mente come invece è invitata a fare in un seminario di questo tipo.

Mark e Mihaela hanno una metodologia di insegnamento molto diversa, e anche questo è buono. Mentre Mark ama renderti le cose facili, è pragmatico e giocoso, Mihaela ama invece spiegarti bene le ragioni di ciò che accade, comprende meglio le resistenze della mente e fa un lavoro (molto più lento e impegnativo) che può aiutarti a scioglierle a poco a poco.

Per quanto riguarda i miglioramenti della vista: tutti più o meno ne abbiamo avuti, io che sono abbastanza miope o sperimentato ad esempio l'improvviso schiarirsi della vista, per poi tornare sfocata dopo poco, un effetto che avevo già sperimentato durante pratiche meditative... di sicuro con la pratica a casa potrò dire di più. Un fattore importante per chi vuole smettere di portare gli occhiali è appunto... smettere di portarli, anche se ancora non ci vedi bene. Diversamente il tuo cervello si rifiuterà di usare un canale diverso per vedere, perchè saprà che c'è sempre la possibilità degli occhiali. Anche se vai in giro senza occhiali, ma ce li hai nella borsa, la storia non cambia. Te li dovresti proprio dimenticare a casa, perchè il tuo cervello sia un un certo senso costretto a scegliere un canale diverso di percezione.

Al seminario non c'erano persone non vedenti o non udenti, quindi non ho testimonianze dirette da fare. Una cosa importante da capire però, e di cui abbiamo anche parlato in modo approfondito con Mihaela, è che il metodo può funzionare solo se la persona ne accetta le conseguenze.
Ad esempio, una persona che è cieca da quando era bambino, e ora ha 70 anni, magari ormai si è abituata a non vedere, potrebbe avere paura di tornare a vedere sè stessa invecchiata, potrebbe avere paura dei cambiamenti che la vista porterebbe nella sua vita.
In altre parole, non tutti i ciechi vogliono veramente vedere, e può accadere che rifiutino questa esperienza.

Come ho già detto, nessuno metodo è una panacea, perchè se così fosse non avremmo la libera scelta sulla nostra vita. Anche per InfoVisione, perchè il metodo funzioni bisogna che la persona lo voglia far funzionare, e accetti veramente i cambiamenti che esso può portare nella sua vita.

Concludendo, alla fine non si tratta tanto di vedere bendati, o di dimostrare una abilità prima ritenuta "paranormale". Si tratta di stimolare la nostra capacità intuitiva al punto da renderla la nostra guida permanente nella vita, di fronte a ogni scelta, a ogni bivio. "Vedere senza occhi" per me significa anche vedere oltre la mente razionale e la realtà limitata che essa percepisce, esplorare quella infinita intelligenza che ci renderebbe la vita tanto più facile.
Per me InfoVisione è stato soprattutto un altro tassello di questa meravigliosa esplorazione.

Abbraccio!
circa 5 anni fa
·
#465
Ciao, hai potuto constatare dei miglioramenti reali nelle tue intuizioni dopo gli esercizi, una volta tornato a casa? Forse non si può rispondere obiettivamente a questa domanda...Se provi che so, a indovinare tra tre carte capovolte (per es. tra donna di oro, re di bastoni e nove di spade) che risultati ottieni dopo, che so, 20 tentativi? Che risultati avresti ottenuto prima di fare questo corso? Ma comunque può capitare la giornata si e la giornata no nelle intuizioni, quindi purtroppo non esiste un metro di misura certo...
Poi siamo sicuri che non si possono fare esercizi analoghi a casa? So che rivelare per filo e per segno il tipo di esercizi può voler dire danneggiare il loro guadagano, però credo che cmq alla lunga sarà tutto pubblico su internet, perchè alcuni partecipanti divulgheranno su internet il tipo di esercizi che han fatto, e forse sono già pubblici in lingua inglese cercando su google (per chi mastica l'inglese).
Per quanto ho capito, nella fase 2 bisognerebbe usare una maschera, o una benda, o forse non va bene? e nella fase 1 che si fa?
Io son convinto che si possono fare a casa, va benissimo il rapporto umano con gli insegnanti, l'esperienza ecc.. ma mille euro son mille euro+alloggio+viaggio, senza garanzia del risultato...poi esistono una marea di metodi gratuiti per sviluppare l'intuizione...il problema è andare a pescare qullo giusto, forse ogni persona dovrebbe avere il proprio metodo ad hoc...andarlo a trovare...il metodo delle meditazioni da solo vale centinaia di esercizi da provare uno per uno con costanza...figurarsi che la meditazione è solo una parte dei metodi...è un mondo troppo sterminato :(
Cmq si sono inventati la parola infovisione, secondo me, solo per ragioni di brand, di marketing, di copyright, di vendita del servizio, ma si tratta semplicemente di intuizione, sesto senso...
circa 5 anni fa
·
#474
Ciao a tutti , un grande saluto a Niccolo' Angeli e un grande ringraziamento per il suo grande lavoro con professionalità come interprete al seminario di InfoVisione di Loreggia ( PD ) oltre che un bravo studente,
mi presento sono Loredana Campara , Referente Internazionale di InfoVisione e quindi ho modo ad ogni Seminario di poter assistere alla Grande Opera di InfoVisione a questo metodo cosi' Sacro cosi' importante per le nostre menti per la nostra crescita , per scollegarci dalla Matrix dai condizionamenti dai legami pesanti ,
INFO = INFORMAZIONE
VISIONE = CON UN NUOVO CANALE ,COLLEGATO ALLA FONTE RICEVERE INFORMAZIONI = TOGLIERE I VELI E VEDERE OLTRE I CONDIZIONAMENTI ,CAPIRE CHI SEI E CHE PUOI
Le nostre Menti CON anni di condizionamenti non crede o non vuole vedere ha paura di scoprire chi veramente è o capire che puoi prendere in mano la Tua Vita - e ricollegarsi alla fonte al nostro SE interiore ...è un Seminario Unico che non ha prezzo , ciechi che vedono sordi che sentono , serve per la dislessia , autismo e in tanti altri casi come il Parkinson ,per chi non ha problemi migliora in ogni fase della Sua Vita , i bambini migliorano a scuola nello sport come le gemelline di Loreggia che sono arrivate 1 e 2 nelle gare di pattinaggio e questo lo visto con i miei occhi oltre la Professionalità la semplicità e il grande Cuore di Mark Komissarov e Mihaela Istrati ,
C'è da fare informazione su gli individuali con Mihaela Istrati sono veramente utili e unici come lo è Lei .
saremo a grande richiesta a Torino dall 16 al 23 Maggio
, se volete saperne di piu sono a disposizione
Telefono e WhatsApp 3921269062 ,
MAIL [email protected]
pagine FB Carmen Cavalli
Loredana Campara
Un grande abbraccio a tutti Voi , vi aspetto in questo fantastico viaggio
  • Pagina :
  • 1
Non ci sono ancora risposte per questo post.
Rispondi per primo!