Forum

Discutiamo insieme su tutto ciò che è "nuova" saggezza.
  1. Roby
  2. Coscienza
  3. 28 Febbraio 2017
La settimana scorsa ho fatto un sogno che mi ha spaventato alcuanto sia nel sogno che una volta svegliata.

Stavo sognando consapevole di star sognando e tutto un tratto mi sono svegliata, il problema e che si mi sono svegliata ma in un altra me, ero nel bagno di casa mia o meglio nel bagno del mio se paralello e ero coscente che non sapevo dove ca**o mi trovavo gia questo mi iniziava a spaventare cercando di razzionalizzare, mi volto e dietro di me c'era una finestra che dava sul giardino e al di fuori si vedeva una meravigliosa piscina e delle piccole cascate dacqua sempre appartenenti alla piscina, intorno il verde delle siepi e quel bel rosso terracotta dei mattoni della pavimentazione del giardino e in quel momento pensai "waw che bello" ad un certo punto qualcuno bussa alla porta, di scatto mi giro verso di essa, ed una voce di un uomo maturo totalmente a me estranea mi chiede se tutto era apposto a quel punto apro quella porta e un uomo ben tenuto con i capelli bianchi mi chiede se ero pronta e io le rispondo, mi scusi ma non so chi lei sia e nemmeno dove sia io. Lui mi guarda e sorride pensando stessi scerzando e a fianco a lui spunta una ragazza molto bella con i capelli rame naturali, occhi chiari forse azzurri e con un sorriso soghignante dice, ma certo che é pronta é magnifica, la ragazza prosegue nel salone alla mia destra , l'uomo ad un certo punto mi prende dolcemente per il braccio e mi accompagna in giardino dove c'erano altre persone dei ragazzi e delle ragazze piu giovani, tuti molto ben vestiti, io nel silenzio ma nel panico piu totale osservo per un attimo tutto cio che mi circonda che nonostante la sua bellezza mi spaventava a morte.

un ragazzo bellissimo alto, magro, capelli neri e molto affascinante vestito con camicia bianca ed elegante giacca nera o blu notte, forse il fratello o il fidanzato del mio se parallelo, si avvicina a me e vedendo il mio volto cosi turbato dolcemente mi chiese se fosse tutto apposto io lo guardo e li sbotto, dicendoli che non ero la persona che credeva che fossi e che ero un altra che stavo sognando e che di punto in bianco mi ero trovata li e cosi nel panico piu totale mi ranicchiai a terra e iniziai a piangere e a dire " e adesso come faccio a tornare in me, non voglio restare intrappolata qui per sempre, con la paura di non potermi piu svegliare.... allora lui mi prese e cerco di calmarmi di abbracciarmi e rassicurarmi cosi ad un certo punto un ragazzo molto rude e dispotico farnetica qualcosa che non ricordo e io le rispondo che si sbagliava, che tutti si sbagliavano che non era quello il modo di ottenere le cose, che non dovevano smettere di sognare e di essere gentili col prossimo poiché quello era importante era la base di tutto... cosi di punto in bianco aprii gli occhi nello stesso preciso istante di una inspirazione profonda, come quando anneghi e ad un certo punto riesci a mettere la testa fuori dall'acqua e prendi un bel respiro e guardandomi intorno mi ritrovai di nuovo nel mio letto chiedendomi, ma che ca**o é appena sucesso.
Risposta accettata Pending Moderation
Caro Nicoló ti chiedo scusa ma i miei sogni sono sempre molto lunghi pieni di dettagli e molto nitidi

PS non é la prima volta che faccio un sogno lucido ma questo é in assoluto il primo di questa tipologia
COMMENTA QUESTA RISPOSTA
Usa i commenti solo per testi brevi. I commenti NON sono anonimi.
  1. più di un mese fa
  2. Coscienza
  3. # 1
Risposta accettata Pending Moderation
quando ci ho riflettuto su, ho pensato che potesse essere la mia paura di non essere all'altezza, di pensare che sia difficile credere di poter ottenere cio che desidero, cioé grande prosperita finanziaria per riassumere

tu che pensi ?
COMMENTA QUESTA RISPOSTA
Usa i commenti solo per testi brevi. I commenti NON sono anonimi.
  1. Niccolò Angeli
  2. circa 3 anni fa
  3. #83
Può essere, puoi saperlo solo tu! Non credo molto nell'interpretazione dei sogni da parte di altri (a meno che questi altri siano veramente privi di ego), i sogni sono nostri e contengono i nostri simboli, ci tocca interpretarceli da soli :)
  1. Roby
  2. circa 3 anni fa
  3. #84
Hai ragione, bisogna sempre andare di introspicere in questo caso :b
  1. più di un mese fa
  2. Coscienza
  3. # 2
Risposta accettata Pending Moderation
Hai certamente avuto un'esperienza molto affascinante vero?
Voglio dire, può far paura, ma è affascinante pensare che esistono parti di noi così distanti dalla nostra consapevolezza normale che ci appaiono come una persona completamente diversa, che abita un mondo diverso, circondata da persone diverse... non credi?

Hai sicuramente un mondo onirico molto attivo, e anche dai pensieri che mi hai scritto la volta scorsa credo che saresti un'abile sognatrice e viaggiatrice astrale... se superi la paura.
La paura ci riguarda tutti perchè sognare è pur sempre avventurarsi in uno stato diversificato della coscienza, talvolta incontriamo energie così aliene che la nostra mente non può contenerle, e ne usciamo terrorizzati.

Personalmente io trovo molto efficace lavorare sulle proprie paure nel sogno lavorando prima sulle paure terrene.
Ad esempio usavo avventurarmi nel fitto del bosco quando era buio, o frequentare un piccolo cimitero vicino casa mia dopo la mezzanotte. Mi respiravo tutta la paura, e così ho cominciato ad avventurarmi anche nei miei sogni in quei luoghi sconosciuti che prima temevo, ma che poi si sono rivelati scrigni pieni di tesori.

Un altro buon modo di vincere le proprie paure del "diverso" quando sogniamo... è abbracciare il diverso quando siamo svegli.
Fai qualcosa che ti intimorisce, magari appena appena, esci dalla tua zona di comfort per avventurarti nel mondo apparentemente alieno che la circonda. Possiamo farlo gradualmente senza che sia un processo traumatico. Ma un pò di paura la dobbiamo attraversare.

Quando qualcosa ti spaventa, invece di voltarle le spalle valle incontro nella vita... questo è anche il modo più rapido per trasformare un incubo in un piacevole sogno lucido. Quando incontri il mostro, invece di scappare vagli incontro, addirittura immergiti nel suo corpo, lasciati divorare, accoglilo anche se è spaventoso... e il mostro svanirà così come apparso, e tu avrai ora in te la sua energia, quell'energia che era bloccata dalla tua paura.

Abbraccio
COMMENTA QUESTA RISPOSTA
Usa i commenti solo per testi brevi. I commenti NON sono anonimi.
  1. Roby
  2. circa 3 anni fa
  3. #80
WAW Nicoló Dici sempre la cosa giusta al momento giusto! vorrei essere di piu come te cosi saggio ma divertente cosi sicuro di te e rassicurante per gli altri !!!!

Sei davvero piacevole da ascoltare!

Il tuo fascino intellettuale non ha confini, Sei come un Serfista sicuro che scivola con la sua tavolta sulle acque dell'infinito di cui ce sempre da imparare ma che facendolo anche se talvolta spaventato sfiora con le dita l'infinito intorno a se gustandolo
  1. Roby
  2. circa 3 anni fa
  3. #81
con fierezza
  1. Niccolò Angeli
  2. circa 3 anni fa
  3. #82
sì, mi sento proprio un surfista, talvolta vengo sommerso da delle ondate che non ti dico ehe...
  1. Roby
  2. circa 3 anni fa
  3. #85
hahaha mi immagino !!!! il mare delle possibilita porta sempre tempeste oltre al sereno
  1. Roby
  2. circa 3 anni fa
  3. #86
Quanto mi farebbe piacere poter farci una chiacherata a quatrocchi un giorno..., credo che sarebbe interessante e divertente
  1. più di un mese fa
  2. Coscienza
  3. # 3
  • Pagina :
  • 1


Non ci sono ancora risposte per questo post.
Rispondi per primo!