Forum

Discutiamo insieme su tutto ciò che è "nuova" saggezza.
  1. LAURA PACINI
  2. L'arte della creazione consapevole
  3. 1 Settembre 2019
Ciao Niccoló,
mi capita questo : durante le mie vacanze, in nuovo contesto con nuove persone un giorno ho provato una sensazione molto piacevole, “antica “, che nel momento in cui la provavo, prendendone consapevolezza, mi ha riportato ad una delle prime volte che questa sensazione mi aveva fatto visita ( tra l’altro in un contesto completamente diverso ) ....riscontravo quanto tempo fosse passato da quella prima dolce sensazione di benessere ...poi in questi giorni cercando di richiamare quelle sensazione nei miei processi meditativi non sono riuscita a recuperarla ....non parlo di intensità ma di qualità della sensazione. Non so se riesco a spiegarmi: se provo una sensazione di gioia o di malessere, e poi in un secondo momento evoco la situazione che me l’ha generata riesco a provare la stessa sensazione seppur meno intensa.....In questo caso invece ho il ricordo di una sensazione/sentire molto appagante ma non riesco ad evocarne la qualità .....La cosa oltre a stupirmi mi “ dispiace” perché se riuscissi a richiamare la qualità di quella sensazione...le mie vibrazioni salirebbero velocemente senza ulteriori interventi esterni ! Sai forse aiutarmi a capire ? Grazie mille!
Risposta accettata Pending Moderation
Ciao Laura,
forse capire meglio come funziona la memoria potrebbe esserti di aiuto.

Le neuroscienze ci dicono che ogni memoria viene fissata in base a un fattore emozionale, ossia più intensa è l'emozione che proviamo durante un dato evento, più l'evento si fissa nella memoria e possiamo recuperarne le sensazioni e informazioni. IN realtà se un evento negativo è emozionalmente molto traumatico, molto spesso andiamo in sovraccarico e ne rimuoviamo il ricordo... ma questa è un'altra storia.

Io aggiungerei però per essere più precisi che è il nostro stato di coscienza (o stato vibrazionale) a fissare le memorie. Questo significa che puoi pienamente recuperare un ricordo/informazione solo accedendo allo stesso stato di vibrazionale in cui eri quando l'hai ricevuto la prima volta.

Probabilmente quei momenti particolari che hai vissuto erano dovuto a un picco di intensa consapevolezza, che normalmente non sei abituata a mantenere,e di qui la difficoltà a recuperare l'emozione e l'informazione connessa a quei ricordi.
Non preoccupartene troppo, è normale. E' frustrante, lo so... ma la cosa migliore è continuare a con gioia per imparare a mantenere uno stato di consapevolezza sempre più cristallina e intensa.
Non pensare che ti stai perdendo qualcosa, tutte quelle informazioni rimangono lì ad aspettarti per quando sarai pronta ad assorbirle pienamente.
MI è capitato molte volte di vivere stati di intensa consapevolezza in cui mi pareva di "aver capito tutto", di aver compreso il senso profondo della vita non solo con la mente, ma con il mio intero essere, di aver trovato la chiave per uscire da ogni illusione ed espandersi all'infinito... era molto frustrante quando la consapevolezza tornava a contrarsi e mi ritrovavo a non ricordare più bene cosa avevo capito!
Una cosa molto simile accade con l'assunzione di piante psicotrope, perchè si accede facilmente a stati di intensa consapevolezza... ma il grosso del lavoro è conservare e mantenere qualcosa di quelle informazioni una volta finito il viaggio.

Dunque il mio consiglio è non cercare di recuperare nulla, perchè "il cercare di recuperare" implica la convinzione che hai perso qualcosa, o che c'è qualcosa di non accessibile per te. Piuttosto, quando vedi che stai entrando in uno stato nostalgico per esperienze di picco che hai vissuto nel passato, riportati in tempo presente e ricorda a te stessa che tutto ciò che se è solo qui e ora, quel passato a cui pensi non esiste veramente ma è solo una configurazione di energia. Respira nel presente e accedi alla semplice gioia che questo veicola.
Vedrai che facendo ciò al tua consapevolezza tornerà naturalmente ad elevarsi di più.

Abbraccio
COMMENTA QUESTA RISPOSTA
Usa i commenti solo per testi brevi. I commenti NON sono anonimi.
Risposta accettata Pending Moderation
Grazie Niccolò,
credo di aver capito...preciso però che in questo mio richiamare quella sensazione cercavo di fare una sorta di esercizio di innalzamento di vibrazioni, cercavo, un po' come tu proponi nei tuoi video, di sintonizzarmi sulle sensazioni fisiche di quel momento di grande appagamento, svuotandole dal contenuto "storico" (quindi non richiamando la precisa circostanza fattuale che l'aveva generato) , ma semplicemente richiamando quello stato di chiamiamola "gioia", al fine di innalzare le vibrazioni che poi avrebbero richiamato, probabilmente e fluidamente altre e nuove sincroniche situazioni sempre "positivamente orientate"...Tutto ciò è avvenuto sempre in ottica molto giocosa, a cui spesso tu esorti, e fluida, senza attaccamenti o aspettative....Io in quell'esercizio stavo giocando...come i bambini, inventavo un nuovo gioco....Non c'era nostalgia o rammarico, il mio era quasi una sorta di dispiacere incuriosito per la non riuscita del gioco come lo avevo pensato....che comunque ha innalzato le mie vibrazioni....forse invece di attivare subito la mia parte razionale e contattare chi poteva darmi risposte "pratiche" (te), avrei dovuto stare in quella sensazione comunque piacevole senza permettere alle troppe interferenze della testa di intervenire...e l'esperienza avrebbe dato al momento giusto la spiegazione che cercavo!
Grazie ancora!
COMMENTA QUESTA RISPOSTA
Usa i commenti solo per testi brevi. I commenti NON sono anonimi.
Risposta accettata Pending Moderation
Grazie, ora ho capito meglio. Va benissimo quello che stai facendo, continua a farlo senza preoccuparti troppo di recuperare proprio quello stato del passato in modo preciso, ma continua ad usarlo come stimolo per mantenere alte le vibrazioni.
COMMENTA QUESTA RISPOSTA
Usa i commenti solo per testi brevi. I commenti NON sono anonimi.
  • Pagina :
  • 1


There are no replies made for this post yet.
However, you are not allowed to reply to this post.