Forum

Discutiamo insieme su tutto ciò che è "nuova" saggezza.
  1. LAURA PACINI
  2. L'arte della creazione consapevole
  3. 5 Luglio 2019
Ciao Niccoló,
ho questa domanda da condividere: premesso che la legge dell'attrazione, le vite parallele, contenitori concettuali di infinte possibilità di un presente eterno, su cui viaggiamo in base alla nostra predisposizione vibrazionale é un approccio all’esistenza straordinariamente pazzesco!!! e , quando la mia logica razionale non interviene , questa è per me l’interpretazione con il più alto grado di coerenza e giustizia che Dio poteva immaginare!!!Tuttavia lo spirito raziocinante c’è e non c’è verso di tacitarlo fin quando non gli dai lo zuccherino della “logica spiegazione”, dunque questa domanda “sa da fa’: cosa succede se più persone aspirano ad uno stesso evento ( banalmente vittoria di un concorso con un posto solo a disposizione) e si sintonizzano vibrazionalmente nella modo corretto ovvero come se quel posto fosse già loro? Non tutti potranno essere accontentati nella realtà materiale , gli esclusi come si pongono rispetto alla legge di attrazione ! Grazie infinte sempre !
Risposta accettata Pending Moderation
Ciao cara,
cosa succede se più persone aspirano ad uno stesso evento (banalmente vittoria di un concorso con un posto solo a disposizione) e si sintonizzano vibrazionalmente nella modo corretto ovvero come se quel posto fosse già loro? Non tutti potranno essere accontentati nella realtà materiale , gli esclusi come si pongono rispetto alla legge di attrazione !


Premesso che siamo nell'area delle teorie, un punto di vista potrebbe essere proprio che poichè ci spostiamo continuamente tra realtà parallele, infinite persone possono vincere lo stesso concorso perchè ognuna si sposterà con la propria coscienza nella realtà relativa: quella in cui solo lei ha vinto.

Bashar (che ho rammentato a volte) dice proprio rispetto al vincere alla lotteria:
"l'idea non è che devi indovinare qual'è il biglietto vincente o attrarlo a te, quanto piuttosto spostarti nella realtà in cui sei proprio tu ad acquistare il biglietto vincente".

Comprendo benissimo quanto la mente razionale resista ad aprirsi a certi concetti, ma viviamo anche in un'epoca in cui abbiamo alcuni appigli scientifici per aiutarci. Una delle tante teorie del multiverso, ad esempio, dichiara che in un multiiverso infinito devono per forza esistere infinite combinazioni di atomi. Il che equivale a dire che esistono infinite versioni di noi stessi, ma anche che esiste TUTTO, proprio tutto. Immagina la cosa più strana che riesci ad immaginare... ed essa esiste perchè non c'è nulla che non esiste in un multiverso infinito.

E se immaginiamo un multiverso con infinite versioni di noi stessi, possiamo fare un passo ulteriore (qui la scienza ci aiuta ancora poco) e concepire che la coscienza possa spostarsi continuamente tra queste versioni senza rendersene conto, perchè sono di solito quasi identiche (ma tutto questo mi pare che lo sai già...). Ecco dunque che ci possiamo spostare in una versione che vince il concorso, in quella realtà dove solo noi lo abbiamo vinto... ma lo stesso concorso viene probabilmente vinto da infinite altre persone in infinite altre realtà.

Quindi la questione di base è sempre la stessa: siamo aperti all'idea di un universo infinito o crediamo che ci sia una fine da qualche parte? Da come rispondiamo a questa domanda credo derivi molto del modo in cui procediamo sul cammino evolutivo.

Abbraccio
COMMENTA QUESTA RISPOSTA
Usa i commenti solo per testi brevi. I commenti NON sono anonimi.
Risposta accettata Pending Moderation
Dunque in realtà gli esclusi , del mio esempio, in realtà non lo sono in un’altra realtà parallela?
Ma quando dici che ognuno può essere creatore della sua vita ti riferisci a questa realtà,questa terrena .., della terza dimensione..., giusto ? Sicuramente la vita può cambiare se cambi il punto di vista da cui osservi ciò che ti accade ... e fin qui ci arrivo.., per cui un sintonizzarsi positivamente è più facile che produca circostanze positive sempre in questa realtà , e dunque anche il non superare il concorso, a seconda del punto di vista ,come dici tu, non è una sfiga ma un’opportunità..., ma nella legge di attrazione mi era sembrato di capire che gli eventi “desiderati”venivano letteralmente richiamati in questa dimensione , in pratica muovendoti nella realtà parallela “ desiderata “ questa si inseriva in questa dimensione ...consentendo a quell’evento di essere percepito anche in questa realtà così limitata ....Grazie Niccoló!
COMMENTA QUESTA RISPOSTA
Usa i commenti solo per testi brevi. I commenti NON sono anonimi.
Risposta accettata Pending Moderation
Dunque in realtà gli esclusi , del mio esempio, in realtà non lo sono in un’altra realtà parallela?

Esattamente. In questa teoria ci sono infinite versioni di noi che esplorano ogni possibile scenario.

nella legge di attrazione mi era sembrato di capire che gli eventi “desiderati”venivano letteralmente richiamati in questa dimensione , in pratica muovendoti nella realtà parallela “ desiderata “ questa si inseriva in questa dimensione


Dimensione, realtà parallele, densità... è molto facile confondersi.

L'idea di realtà parallele (o momenti eterni) è diversa da quella di dimensione/densità (più info su dimensioni/densità qui https://accademiainfinita.it/blog/12-coscienza/1177-densita-e-dimensioni-dal-punto-di-vista-esoterico).

Le realtà parallele sono come i fotogrammi congelati muovendoti attraverso i quali ti muovi per creare il "film" che poi chiami vita.
Ti muovi attraverso queste realtà miliardi di volte al secondo... e alcune teorie ci dicono infatti che le particelle subatomiche sembrano pulsare, uscendo e rientrando nella realtà a noi percepibile miliardi di volte al secondo.
Ma questo movimento avviene sempre nella densità/dimensione di cui fai a parte a livello evolutivo.
COMMENTA QUESTA RISPOSTA
Usa i commenti solo per testi brevi. I commenti NON sono anonimi.
  1. Desamor
  2. circa 2 giorni fa
  3. #721
Perché continuare a voler usare una legge universale per soddisfare i bisogni materiali dell'ego? Fintanto che la userete per questo scopo verrete costantemente delusi dalle vostre aspettative e quel poco di successo che otterrete non sarà certo per il corretto operare di quella legge ma frutto del vostro credito/debito karmico. La legge di attrazione opera sulle energie interiori dell'individuo per cui se dentro di voi provate odio, invidia, paura, gioia, amore è così via, attrarrete a voi eventi che vi faranno esperire nel piano materiale quelle energie, altro che concorsi o vincita al lotto....!
Piuttosto: " cercate il regno di Dio e tutto il resto vi verrà dato in sovrappiù" (per chi ha orecchie per intendere)
  • Pagina :
  • 1


There are no replies made for this post yet.
However, you are not allowed to reply to this post.