Forum

Discutiamo insieme su tutto ciò che è "nuova" saggezza.
  1. Coscienza
  2. 28 Aprile 2019
Ciao Niccolò,
Ho iniziato da qualche giorno a praticare le frequenze di risveglio
Sento già che qualcosa di positivo si muove dentro di me e sono entusiasta di continuare
C’è però una questione che mi preoccupa sempre quando si parla di entrare in contatto con altre entità e cioè il fatto che queste entità possano essere negative e che io non sappia come difendermi perché ho già vissuto periodi molto lunghi di buio nella depressione più totale e perché sono proprio nata in un ambiente fortemente buio circondata da vibrazioni se vuoi di amore ma fortemente inquinate da desideri di morte e negatività.
Cosa mi puoi suggerire?
Grazie
Risposta accettata Pending Moderation
Ciao,
le Frequenze di Risveglio (lo dico per chi ci legge) non sono pensate come un modo per entrare in contatto con altre in entità, ma per facilitare il risveglio della coscienza attraverso un'integrazione dei vari pattern di onde e frequenze cerebrali.
Ciò detto un po' di cautela nel contatto con altri mondi, esseri e dimensioni fa sempre bene, ma non scivolare nella paura perchè è proprio quella a richiamare incontri poco piacevoli.

Questo video può aiutarti a capire meglio
https://accademiainfinita.it/video/1159-i-fratelli-dell-ombra

Se ti eserciti a vibrare ad una frequenza di amore, compassione e gioia... gli incontri "negativi" saranno molto limitati, e quando avverranno sarà perchè è tuo compito aiutare quell'entità a ritrovare la strada.
Ne ho parlato un po' anche qui : https://accademiainfinita.it/video/1160-quando-ho-incontrato-il-mio-diavolo

Esercitati anche a non avere paura della paura stessa, perchè nel cammino spirituale, così come i fondo nella vita, non si può evitare di incontrare l'ombra... quindi tanto vale diventare abili nel trasformarla.

Abbraccio
COMMENTA QUESTA RISPOSTA
Usa i commenti solo per testi brevi. I commenti NON sono anonimi.
  1. 3 settimane fa
  2. Coscienza
  3. # 1
Risposta accettata Pending Moderation
Ciao, volevo solo dire che comprendo bene ormai che la paura emette una frequenza sua ben precisa che attira proprio ciò che non vorremmo mai.. cristallizzando i nostri grandi timori, e che porci su frequenze neutre o ancor meglio positive fa la grande differenza nelle nostre vite. Ora però, vorrei porre una questione diversa: nel tempo ho potuto osservare qualcosa di diverso che non so quanto possa avere a che vedere con le frequenze. Ossia ho osservato che andando avanti, più si diventa "ricercatori di luce" più ci si imbatte con una o più persone dotate di ombra molto molto sottolineo molto densa. Avendo condiviso la mia esperienza con altre persone con esperienze simili, mi chiedo se fa parte del "pacchetto" annaspare anche nel buio altrui oltre che nel proprio.. che poi diventa "comune".. è sempre questione di frequenza? Che ne pensi Niccolò, grazie infinite.
COMMENTA QUESTA RISPOSTA
Usa i commenti solo per testi brevi. I commenti NON sono anonimi.
  1. 4 giorni fa
  2. Coscienza
  3. # 2
Risposta accettata Pending Moderation
Ciao,
ciò che dici è vero. Per quanto ho potuto sperimentare fino ad ora è dovuto almeno a due fattori:

1 - più acquisisci consapevolezza e scegli di usarla per servire il prossimo, più attiri situazioni in cui puoi seminare un po' di luce, e dunque puoi attirare persone dall'energia molto pesante anche solo per offrire un sorriso, un po' di compassione. Attenzione però a non sobbarcarci del bagaglio altrui, non serve. Non è possibile "salvare" nessuno, ma possiamo stimolare ancora e ancora il prossimo ad uscire dall'illusione con la nostra sola presenza consapevole

2 - più ci si polarizza positivamente, più ci viene offerta l'occasione di polarizzarci anche negativamente. Sono le famose "tentazioni", che possono essere anche simboleggiate dall'incontro con qualcun dall'energia molto pesante, che può trascinarci con se nella sua risonanza, o farci reagire con astio, con insofferenza.
Credo che questo punto sia particolarmente importante da ricordare perchè ha volte si tende a pensare che più si va verso la luce più si è felici, punto. Da una parte è vero, ma si attraversano anche ombre sempre più dense proprio perchè si possiede una maggiore capacità di trasformarle.

Abbraccio
COMMENTA QUESTA RISPOSTA
Usa i commenti solo per testi brevi. I commenti NON sono anonimi.
  1. 4 giorni fa
  2. Coscienza
  3. # 3
Risposta accettata Pending Moderation
.. "più ci si polarizza positivamente, più ci viene offerta l'occasione di polarizzarci anche negativamente".. Assolutamente vero anche nella mia esperienza. Anche verissimo il fatto che nessuno ha l'incarico di salvare "nessuno"..tuttalpiù illuminare più o meno consapevolmente la strada comune. Il binomio luce felicità è illusorio, effettivamente l'incontro con ombre fortemente calamitanti è avvenuto, la presenza silenziosa aiuta a spegnere queste forze contrarie. Grazie infinite
COMMENTA QUESTA RISPOSTA
Usa i commenti solo per testi brevi. I commenti NON sono anonimi.
  1. 4 giorni fa
  2. Coscienza
  3. # 4
  • Pagina :
  • 1


There are no replies made for this post yet.
However, you are not allowed to reply to this post.