Forum

Discutiamo insieme su tutto ciò che è "nuova" saggezza.
  1. Emanuele
  2. Coscienza
  3. 29 Novembre 2018
Ciao a tutti,

volevo condividere con voi questo messaggio e sapere dei vostri pensieri in merito.
Premetto che sono una persona che lavora su se stesso (almeno, lo cerco di fare) cercando di essere una persona corretta, gentile, rispettosa e in grado di amare. Seppur nei miei limiti, ovviamente! Anche perché quando si cerca di superare i propri limiti, a seconda del limite, si può subire la "tragedia" dell'essere ri-catapultato al punto di confine.
Detto ciò, la domanda del titolo è chiara. Quanto e come vi sentite in grado di essere "autentici" se le persone che vi stanno attorno poi si allontanano? Attenzione, mi posso anche sentir dire che ciò non avviene, quindi accetto qualsiasi vostra opinione a riguardo.
Per essere più chiaro, esprimo in poche parole un solo tratto della mia esperienza. Nell'ultimo anno, ho fatto in tempo a perdere il mio amico "più vicino" (almeno sembrava così) e la mia ragazza. Tenete conto però, che con la mia ragazza ho avuto un'esperienza di pochi mesi, mentre con il mio amico un percorso che ha superato più di 14 anni. Io cerco di lavorare su me stesso (intensamente e più o meno coscientemente) da più di un anno. Ci tengo a precisare che questo lavoro non mi ha portato ad essere diverso o anche con una maschera (perché intendiamoci, in molti che cercano la spiritualità interna si costruiscono un'identità falsa che sfocia nel ridicolo e nella DISONESTA'), ma mi ha portato semplicemente nel creare più consapevolezza, laddove c'era dolore. Questa condizione, che ritengo sicuramente giusta (anche se l'incertezza è l'unica cosa di cui sono certo), ha piano piano comportato un certo allontanamento da persone che sembravano vicine, ma che poi hanno cominciato ad "avvertire", come un'antenna, che in qualche modo non potevano più ricavarci, passatemi il termine, "affari/interessi egoici". Il problema, però, è che queste persone sembrano davvero tanteeee o magari sono io che ancora non mi sono accorto di alcuni miei comportamenti "disturbati". Tuttavia, ci tengo a precisare che cerco di agire davvero verso il "bene", seguendo una mia "onesta intellettuale" che rispetta gli me e gli altri (chi lo sa, può capire davvero di cosa sto parlando, sicuramente no i finti profeti/credenti che pensano già di aver capito tutto) che è quasi in simbiosi con il corpo.

Scusatemi se sono stato anche puntiglioso o diretto, ma penso sia necessario per avvicinarsi il più vicino alla credibilità delle cose.

Un saluto a tutti e a questo bellissimo forum!
Risposta accettata Pending Moderation
0
Voti
Cancella
Ci tengo a precisare che questo lavoro non mi ha portato ad essere diverso

Ciao Emanuele,
ne dubito... sinceramente, perchè guardare dentro sé stessi ci fa cambiare sempre e a un ritmo molto più rapido di chi non lo fa (perchè in fondo tutti cambiamo continuamente).
Mi risuonano le tue parole perchè anche io "persi" un carissimo amico quando inizia il mio cammino, molti anni fa. Pensa che ci prendemmo quasi a botte un giorno per nessun motivo apparente... iniziò come un gioco, ma la violenza latente era evidente e ne restai molto amareggiato.
Ho visto tante persone uscire dalla mia vita nei modi più improvvisi e insoliti, ma altrettante sono entrate... e sai qual'è al cosa bella, era come conoscerle da sempre, era come ritrovare tanti vecchi amici e amiche.
Quindi ti direi focalizzati su chi entra e non su chi esce, lascia andare tutti perchè nessun amico vero ha bisogno di essere trattenuto. E con "vero" intendo semplicemente amico del tuo nuovo di te, di chi stai diventando... perchè chi eri come ben sai è ormai cadavere.
Ultimamente mi è capitato anche di essere ricontattato da vecchi amici di scuola che si erano avvicinati al percorso spirituale, le cose che dicevo 15 anni fa gli sembravano "boiate new age", ma ora le hanno vissute e ammettono di sentirsi in risonanza. Vedi... anche i vecchi amici ritornano quando il tempo è giusto, dunque nessuno si perde veramente.

Abbraccio
COMMENTA QUESTA RISPOSTA
Usa i commenti solo per testi brevi. I commenti NON sono anonimi.
  1. Emanuele
  2. circa 1 settimana fa
  3. #581
Grazie mille Niccolò!

A presto, un abbraccio
  1. una settimana fa
  2. Coscienza
  3. # 1
Risposta accettata Pending Moderation
0
Voti
Cancella
Ciao Emanuele ,
oh si confermo quello che dice Niccolò quando dice che se sei sulla strada della tua anima fai degli incontri particolari che vanno a finire per appagarti con gioia e senza alcuno sforzo (anche se lo sforzo all'inizio per essere veramente te stesso/a e guardarti dentro c'è stato eccome) . Nessuno ha bisogno di essere trattenuto o lasciato andare (confermo quanto dice Niccolò) , perché queste non sono le vere amicizie . Ho sentito nella mia vita (e lo dico solamente per riportare e non per criticare) delle cose veramente aberranti sull'amore : ad esempio una persona che conoscevo mi disse una volta che il suo uomo per farla felice doveva stare lì e non muoversi . Quindi per lei il fatto che una persona fosse stata praticamente imbalsamata o il fatto che qualcuno gli avesse sparato alle gambe (perché una persona sta lì e non si muove solo in casi del genere ) per lei era amore . Devo dire che questa persona era ed è tutt'ora piuttosto problematica . Ma anche senza parlare di casi di questo tipo...è vero..alcune persone ( e penso che in questo ci perdono loro ) , con il tempo...si "sbragano" e perdono la capacità di amare . Vedo continuamente persone che tengono molto di più a ciò che gli altri pensano di loro in quella strana entità astratta che chiamiamo "società" piuttosto che ad vere dei rapporti veri . So quanto è difficile per persone sensibili come te adattarsi a questo , ma questo è un buon segno secondo me . Tu hai un livello di maturità e di ricchezza che supera la media ( a mio avviso ) .
Quindi , tutto quello che posso dirti è...complimenti…
COMMENTA QUESTA RISPOSTA
Usa i commenti solo per testi brevi. I commenti NON sono anonimi.
  1. Emanuele
  2. circa 1 settimana fa
  3. #582
Grazie mille Gauri e grazie anche per i complimenti!

A presto, un abbraccio
  1. una settimana fa
  2. Coscienza
  3. # 2
Risposta accettata Pending Moderation
0
Voti
Cancella
Io credo semplicemente che il per sempre non esiste ed è normale che nella vita di una persona entrino ed escono persone, tutto qui. Non si può andare d'accordo con tutti. Ognuno è libero di fare le proprie esperienze di vita e c'è sempre qualcuno che "paga" più degli altri. Il mondo non è uguale per tutti e non è giusto per tutti. Se c'è il truffatore, c'è chi ci cade. Se c'è il genio, c'è la persona meno intelligente. Se c'è la luce, c'è l'assenza di luce. Semplicemente è così. Ciò che mi trova d'accordo con tutti voi è che poi ognuno fa i conti con se stesso, con la propria coscienza e con la Coscienza Universale o Dio che dir si voglia...
COMMENTA QUESTA RISPOSTA
Usa i commenti solo per testi brevi. I commenti NON sono anonimi.
  1. una settimana fa
  2. Coscienza
  3. # 3
Risposta accettata Pending Moderation
0
Voti
Cancella
Domanda: Esiste il per sempre?
COMMENTA QUESTA RISPOSTA
Usa i commenti solo per testi brevi. I commenti NON sono anonimi.
  1. una settimana fa
  2. Coscienza
  3. # 4
Risposta accettata Pending Moderation
0
Voti
Cancella
Fondamentalmente credo poi, che chi inganna gli altri ed disonesto, fondamentalmente inganna anche se stesso....tra l'altro,,,
COMMENTA QUESTA RISPOSTA
Usa i commenti solo per testi brevi. I commenti NON sono anonimi.
  1. una settimana fa
  2. Coscienza
  3. # 5
Risposta accettata Pending Moderation
0
Voti
Cancella
Puoi anche ingannare,ingannarti, ma poi la vita alla fine chiede il conto alla tua coscienza, alla tua anima e lì ogni inganno..svanisce...
COMMENTA QUESTA RISPOSTA
Usa i commenti solo per testi brevi. I commenti NON sono anonimi.
  1. Stefano
  2. circa 1 settimana fa
  3. #585
Il fatto che mi venivano cose da dire, un po' per volta. Tutto qui. Io invece solitamente non ricevo nessuna notifica e mi farebbe piacere a volte...
  1. Gianni Salvatore
  2. circa 1 settimana fa
  3. #586
Capisco, ma questa non è una chat e facendo così rendi il forum più confusionario e fai arrivare più notifiche agli utenti (non tutti lo amano).
Ho controllato e vedo che le notifiche vengono inviate correttamente alla tua mail di libero.it, controlla nella cartella SPAM perchè probabilmente finiscono lì (libero da sempre problemi di questo tipo). Grazie
  1. Stefano
  2. circa 1 settimana fa
  3. #588


Non mi collego spesso e non mi sembra di scrivere sempre, lo faccio 2/3volte a settimana. Aggiungo, che ho abbreviato anche le risposte, per far leggere più velocemente. Comunque , scriverò di meno. grazie di aver risposto. Ciao.
  1. una settimana fa
  2. Coscienza
  3. # 6
Risposta accettata Pending Moderation
0
Voti
Cancella
Per quello che mi riguarda ho riscontrato sincronicità "positive" con momenti che si incastravano a meraviglia, come un puzzle, quando di spirito ero motivato, positivo e percepivo in me, amore incondizionato. Ed una sincronicità "negativa", quando le intenzioni non sono pulite ed ogni momento sembra incastrarsi come in un film con una trama non positiva.
COMMENTA QUESTA RISPOSTA
Usa i commenti solo per testi brevi. I commenti NON sono anonimi.
  1. una settimana fa
  2. Coscienza
  3. # 7
Risposta accettata Pending Moderation
0
Voti
Cancella
Credo anche al fatto della pura sopravvivenza, in questo senso: O si è puramente elevati a livello spirituale, da non temere più la morte, anzi viverci serenamente, sapendo che è naturale lasciare questo corpo fisico o subentra come ogni essere umano, la lotta per la sopravvivenza. Devi vivere? Si cerca ogni modo per sopravvivere il più a lungo possibile. quindi un anima che fa fatica ad evolvere spiritualmente o che non vuole fare nessuno sforzo, ecco che vibrando ad energie basse deve pur sempre pensare a salvare la propria pelle il più lungo possibile: Ecco quindi l'inganno, la disonestà, pur magari di poter mangiare o avere un tetto, anche a discapito della propria dignità, quando c'è da salvare la propria pelle. il mondo gira anche così e per innalzare la coscienza o quantomeno ascoltarla, bisogna mettersi in gioco, bisogna avere coraggio. Non tutti hanno il coraggio di vedere ciò che non piace di loro stessi...ma anche qui è normale...poichè non è facile voler sentire ciò che ci piace meno di noi stessi
COMMENTA QUESTA RISPOSTA
Usa i commenti solo per testi brevi. I commenti NON sono anonimi.
  1. una settimana fa
  2. Coscienza
  3. # 8
  • Pagina :
  • 1


There are no replies made for this post yet.
However, you are not allowed to reply to this post.

Seguici:  

 

Newsletter

Ricevi i nostri aggiornamenti, offerte ed eventi via email.