Forum

Discutiamo insieme su tutto ciò che è "nuova" saggezza.
  1. Mister X
  2. Coscienza
  3. 2 Novembre 2018
Quali sono i pericoli e se ci sono pericoli, mentre si medita, se si entra in contatto con gli spiriti guida, durante la meditazione? chiedo, perchè a volte mi succede e a volte cerco io il contatto, tramite la meditazione trascendentale. Un grazie di cuore a coloro che potranno e vorranno rispondermi.
Risposta accettata Pending Moderation
Grazie poichè questa tematica crea spesso confusione tra chi si avvicina alla meditazione.

La maggior parte delle persone che si spaventa per qualche "effetto speciale" vissuto durante la meditazione o in stato espanso di coscienza in realtà non vive nessun pericolo reale, sta solo sperimentando qualcosa di nuovo e non è in grado di razionalizzarlo, per cui prova paura.
Non si corrono rischi vivendo la meditazione con animo puro, cuore aperto, e evitando pratiche per cui non si hanno ancora le energie necessarie.

Gli incontri "negativi" con esseri del basso astrale, così come i parassiti energetici che spesso attiriamo quando viviamo una dipendenza o siamo deboli sui vari piani sono abbastanza inevitabili lungo il cammino, ci servono a crescere.
I veri pericoli per quanto ho potuto vivere si incontrano quando ci si approccia a qualsiasi opera magica stimolati da desideri distruttivi o manipolatori.

Meno pericoloso ma comunque fonte di sofferenza è anche l'atteggiamento di chi pratica esercizi spirituali per fuggire dal mondo della materia (esperienza questa che ho vissuto di persona per alcuni anni).
Quest'ultimo atteggiamento è anche tipico di chi cerca di spingere troppo sull'acceleratore, muovendo energie dentro di sè che poi non è in grado di gestire: questo può anche portare alla malattia psichica.

In generale comunque, anche quando si medita con cuore puro, l'incontro con entità poco piacevoli avviene di tanto in tanto. Io l'ho vissuto sempre come un incontro positivo, che mi permetteva di misurarmi con la mia capacità di stare davanti a tali entità senza fuggire, o persino di aiutarle seminando in loro un seme di compassione.

Andrebbe poi aperta una parentesi per quei lavori magici che prevedono di farsi amiche delle entità energetiche che poi possono aiutarci su vari piani. Anche qui si tratta di un terreno delicato, possono facilmente diventare relazioni morbose se non le si gestisce con grande sobrietà. Non ho mai fatto lavori di questo tipo, ma conosco persone che lavorando con gli "esseri inorganici" di cui parla Castaneda hanno avuto esperienze tutt'altro che piacevoli. Io stesso anni fa visitai in sogno quel mondo, spinto da un'ingenua curiosità, ma l'avventura fu traumatica al punto che ancora sarei molto restio a tornarci.

Qui non parlo tanto della creazione di egregore (entità energetiche che possiamo creare e installare in un oggetto, in un simbolo, in un animale...), ma proprio del contatto con esseri di altre dimensioni al fine di creare alleanze.
Il lavoro con le egregore ha i suoi pericoli, ma con le giuste procedure e accorgimenti non dovrebbe sfuggire di mano.

Il lavoro con la meditazione in senso generale comunque non dovrebbe preoccupare nessuno, è necessaria una buona dose di energia e di intento (o di vera e propria ossessione) per vivere certe esperienze. In generale ho sempre pensato che siano proprio i nostri spiriti guida ad avere cura che non ci facciamo troppo male, proprio come un genitore evita che i suoi bambini giochino con giocattoli pericolosi.

Sarei felice se altri volessero dire la loro, so che ci sono alcuni ricercatori di passaggio qui sul forum che avrebbero buoni spunti da condividere.

Abbraccio
COMMENTA QUESTA RISPOSTA
Usa i commenti solo per testi brevi. I commenti NON sono anonimi.
  1. più di un mese fa
  2. Coscienza
  3. # 1
Risposta accettata Pending Moderation
Di nulla, grazie a te. Quindi l'importanza e avere sempre o comunque tendere ad un atteggiamento puro, un cuore aperto, mentre si pratica la meditazione, poichè è più facile incorrere in quegli spiriti guida, che effettivamente appunto sono delle guide e quindi non possono essere malevole di conseguenza. Tutto ciò che invece emana vibrazioni basse, come manipolazioni o per distruggere. Credo che se si avvicina con cuore aperto e buono, le entità negative, sono meno nocive. Ciò che mi ha colpito e il rischio di malattie psichiche, se si tende troppo a fuggire dalla materia, ma anche qui la meditazione dovrebbe venire incontro, per un migliore approcio alla materia stessa. Grazie per la risposta, un abbraccio
COMMENTA QUESTA RISPOSTA
Usa i commenti solo per testi brevi. I commenti NON sono anonimi.
  1. Niccolò Angeli
  2. circa 1 anno fa
  3. #539
Si. Non prendere le mie parole in modo troppo pesante però. "Malattia psichica" è un termine generico, tutti ne soffriamo a vari livelli. Le malattia mentali riconosciute dalla medicina sono solo gli estremissimi livelli.
Volevo solo intendere che la psiche si ammala proprio come il corpo se si veicolano nel sistema nervoso energie troppo forti o se si ha un atteggiamento di fuga dal mondo. Ma anche queste malattie non sono irreversibili, se ne guarisce e se ne può uscire rafforzati. LA via verso il risveglio, è costellata anche di momenti di follia.
  1. Mister X
  2. circa 1 anno fa
  3. #540
Grazie mille, ne terrò conto.
  1. più di un mese fa
  2. Coscienza
  3. # 2
Risposta accettata Pending Moderation
Tutto ciò che invece emana vibrazioni basse, come manipolazioni o per distruggere, diciamo che va a ritorcersi tutto contro e che quindi e più facile attirare entità negative
COMMENTA QUESTA RISPOSTA
Usa i commenti solo per testi brevi. I commenti NON sono anonimi.
  1. più di un mese fa
  2. Coscienza
  3. # 3
  • Pagina :
  • 1


There are no replies made for this post yet.
However, you are not allowed to reply to this post.