Forum

Discutiamo insieme su tutto ciò che è "nuova" saggezza.
  1. Francesca
  2. L'arte della creazione consapevole
  3. 12 Ottobre 2018
Ciao.:)
Avrei una domanda... nel corso il “Divino” viene ipotizzato che potrebbe essere una versione di me stessa tra X milioni di anni.. sono io da un punto di vista più evoluto che parlo a me in questi stato dell evoluzione.
Questo concetto non fatico ad accettarlo e a comprenderlo.. quello che non capisco e’ il perché ..
Perché La “me stessa evoluta” deve voler comunicare con La me stessa “in evoluzione”.. a che pro?
Grazie a chi saprà rispondermi.
Risposta accettata Pending Moderation
Ciao,
potremmo parlare di Amore Incondizionato, ma restando terra terra possiamo semplicemente parlare di biologia.
Perchè tu ti prendi cura del tuo corpo e quindi delle cellule? Perchè l'insieme del tuo organismo si occupa di far funzionare tutte le parti nel modo più efficiente possibile?

E' il modo in cui la Natura evolve, attraverso una continua interazione tra i livelli micro (cellule) e macro (organismo). Ma in realtà non c'è reale separazione, noi siamo letteralmente cellule di un organismo più grande.
Se volessimo tornare nel linguaggio esoterico, potremmo dire che siamo cellule di un certo organo (Sé Superiore), che però si trova all'interno di un organismo (Super Anima), che però si trova all'interno di un gruppo di organismi e così via...

La dimensione tempo si situa in tutto questo: la cellula-uomo percepisce passato-presente-futuro, ma l'organo di cui fa parte (Sè Superiore) essendo ad un livello macroscopico ed avendo una prospettiva più ampia percepisce ancora il presente dove l'uomo percepisce passato o futuro... ma questo apre una parentesi completamente diversa (troverai qualche delucidazione in più in questo video https://accademiainfinita.it/video/594-un-viaggio-tra-te-e-dio).

Ad ogni modo la tua domanda non è affatto scontata, perchè c'è ancora chi crede, anche a alti livelli della scienza accademica, che viviamo in un universo ostile, finito e che va verso l'estinzione. La definizione più accettata di entropia si basa sull'idea di un universo finito e per questo è assai pessimistica.
In realtà ci basterebbe osservare attentamente la Natura per comprenderne la natura materna. L'equilibrio dinamico di tutte le parti è sempre mantenuto perchè questo assicura la diversificazione e quindi l'evoluzione: un universo ostile l'ecosistema sarebbe solo predatorio e tenderebbe subito al disequilibrio.

Abbraccio
COMMENTA QUESTA RISPOSTA
Usa i commenti solo per testi brevi. I commenti NON sono anonimi.
Risposta accettata Pending Moderation
Wow! Affascinante.. e mette insieme i pezzi del puzzle che avevo già in mano e non sapevo come incastrarli!!:D
Ora mi e’ più chiaro.. :)
Grazie mille.
COMMENTA QUESTA RISPOSTA
Usa i commenti solo per testi brevi. I commenti NON sono anonimi.
  • Pagina :
  • 1


Non ci sono ancora risposte per questo post.
Rispondi per primo!