Questo videocorso è incentrato sulla riscoperta del nostro bambino/a interiore. Una parte del nostro essere spesso dimenticata e non ascoltata ma che è di fondamentale importanza per vivere una vita piena di significato, gioia e libertà. La connessione con il nostro bambino/a è indispensabile per accedere a quel risveglio interiore che ci riporta al momento presente, al "Qui e Ora" e di conseguenza al Tutto, nella riscoperta del nostro vero Essere.

Attraverso 3 video di introduzione al tema e 3 meditazioni guidate che passo passo ci guideranno sempre più in profondità nel ricontattare il nostro bambino/a meraviglioso avremo la possibilità di rinascere a noi stessi. Buona rinascita quindi!

Un corso creato da Massimo Racanicchi
1,20 ore (con 1 ora di meditazioni guidate)


Dal bambino ferito al bambino meraviglioso
Acquista questo corso per avere accesso a tutte le lezioni. Accesso A VITA: 33 €
Già iscritto? Accedi.
Tutti i nostri corsi sono coperti dalla garanzia "soddisfatti o rimborsati entro 30 giorni dall'acquisto"
  1. Commenti (26)

  2. Aggiungi il tuo

Commenti (26)

Valutato 5/5 con 2 voti
This comment was minimized by the moderator on the site

Buongiorno Massimo.
Nella meditazione di stamattina è emerso che sono alla ricerca di protezione. Ed è emerso anche che questa protezione la cerco nelle figure maschili.
Effettivamente, credo che sia così anche nella realtà. E riflettendoci su, ho notato che questa protezione non l'ho mai cercata nelle figure femminili...
Al contrario, io...

Buongiorno Massimo.
Nella meditazione di stamattina è emerso che sono alla ricerca di protezione. Ed è emerso anche che questa protezione la cerco nelle figure maschili.
Effettivamente, credo che sia così anche nella realtà. E riflettendoci su, ho notato che questa protezione non l'ho mai cercata nelle figure femminili...
Al contrario, io cerco sempre di proteggere le mie amiche femmine...
Comunque di una cosa sono sicura adesso. Quello di cui ho bisogno e quello che cerco, è protezione... Nella figura maschile. Devo ammettere che questa cosa non mi dispiace affatto, e mi fa piacere che sia emersa.
Ciao, grazie mille.

Leggi Tutto
This comment was minimized by the moderator on the site

06/08/2020

"Tu sei un seme".
Questa frase carina me l'ha detta un signore, stamattina, un signore che lavora nel bar dove ho fatto colazione.
"Grazie" gli ho risposto.
In realtà, lui non sa, che in quella frase così carina, è contenuta una grande verità.
Si, sono un seme...
Un "seme" che non è mai germogliato e che continua a "vagare" nello...

06/08/2020

"Tu sei un seme".
Questa frase carina me l'ha detta un signore, stamattina, un signore che lavora nel bar dove ho fatto colazione.
"Grazie" gli ho risposto.
In realtà, lui non sa, che in quella frase così carina, è contenuta una grande verità.
Si, sono un seme...
Un "seme" che non è mai germogliato e che continua a "vagare" nello spazio nell'attesa di trovare un "terreno" che sia abbastanza fertile per contenerlo...
Ma come si fa?
Come si fa a contenere tutta la rabbia contenuta in questo piccolissimo seme?
Tutti quelli che hanno creduto che questa Rabbia fosse "troppa", e che questo semino fosse "di troppo", adesso dove sono?
E cosa fanno?
Che cosa si staranno aspettando?
"Niente da fare".
"Niente da cambiare".
"Rimani lì".
No, io qui non ci rimango. L'inazione non fa per me. L'inazione non sono io.
E pian piano la mia Rabbia si fa strada... Per trovare la sua Ragion d'Essere...
In questa Vita, dove nessuno ci regala nulla, e dove ognuno dà "Tutto" per scontato, non credo che non ci sia proprio nulla da fare e nulla da cambiare...
E, così, permetterò a qualsiasi cosa di "accadere" e di "essere", e lascerò che la mia "Energia" si espanda sempre di più...
Sono un seme, piccolissimo, ma pur sempre un seme...
Un seme che racchiude tanta semplicità, e tanta bontà, non soltanto Rabbia.
E così, mi arrendo a questa Forza prorompente, che ha soltanto voglia di fare il suo "Dovere"...
E, ha soltanto voglia di dare un senso sano e vigile a questa meravigliosa Esistenza...
Vai dove ti porta il vento...
Nella giusta direzione ci soffio io, e spargero' il Seme della mia Rabbia lì dove è giusto che debba andare.
Vado a fare il mio Dovere senza Paura.

Leggi Tutto
This comment was minimized by the moderator on the site

Buongiorno.
Chissà qual'è il reale motivo, che ci ha spinto a venire fin qui, in questo "Spazio Sacro" che stiamo dedicando a Noi Stessi.
È solo per noi che siamo qui? O c'è forse qualcos'altro che dobbiamo sapere?
Probabilmente, anzi, sicuramente, le nostre ferite, sono state a loro volta le ferite dei Nostri Genitori...
E non soltanto...

Buongiorno.
Chissà qual'è il reale motivo, che ci ha spinto a venire fin qui, in questo "Spazio Sacro" che stiamo dedicando a Noi Stessi.
È solo per noi che siamo qui? O c'è forse qualcos'altro che dobbiamo sapere?
Probabilmente, anzi, sicuramente, le nostre ferite, sono state a loro volta le ferite dei Nostri Genitori...
E non soltanto questo...
Perché, a volte, le ferite dei nostri genitori sono molto più traumatiche e profonde delle nostre.
E allora, mentre piano piano, ci spogliamo della pesante armatura della nostra Anima, ci viene voglia di re-indossare quella stessa Armatura...
Stavolta, non per difendersi ... ma per provare a "mettersela addosso" con amore, accettazione, comprensione, perdono, umiltà, rispetto...
E con tutto questo arsenale al seguito, provare a combattere le battaglie che hanno reso i nostri genitori, così deboli, così fragili, così impotenti...
Quanta presunzione...
Nessuna illusione...
Al momento solo Rispetto.
A presto, Antonella.

Leggi Tutto
This comment was minimized by the moderator on the site

Ciao, sono quasi arrivata alla fine di questo percorso. Tra due giorni, Lunedì, sarà il 21º giorno della terza meditazione. Cosa bisogna fare dopo? Qual è il proseguo del cammino? È stato comunque un viaggio bello ed interessante. Ho incontrato una bambina interiore inaspettatamente felice. Ed in questo percorso in lei ci sono state tre...

Ciao, sono quasi arrivata alla fine di questo percorso. Tra due giorni, Lunedì, sarà il 21º giorno della terza meditazione. Cosa bisogna fare dopo? Qual è il proseguo del cammino? È stato comunque un viaggio bello ed interessante. Ho incontrato una bambina interiore inaspettatamente felice. Ed in questo percorso in lei ci sono state tre trasformazioni. L'ho vista inizialmente con le mie fattezze ma con la postura e la bocca larga da rospo. Ma sempre super positiva e felice ed la sua fisicità che inizialmente stonava con la positività dopo l'ho trovata adorabile. Un giorno mi ha detto che ristagnavo in alcune situazioni e subito si è trasformata in me un po' più ragazza che bambina e avvolta in una luce dorata. Sembrava la Madonna. Poi terza trasformazione quando mi ha chiesto di percepirla anche fuori dalla meditazione e a quel punto è diventata me bambina senza luce dorata e mi ha detto che non c'era più la luce perché adesso la riconoscevo come parte di me e non qualcosa di sacro fuori da me. Grazie di cuore per questo percorso.

Leggi Tutto
This comment was minimized by the moderator on the site

Desidero ringraziarti per la tua bella testimonianza e congratularmi per lo splendido lavoro interiore da Te compiuto fino a questo momento, hai saputo entrare in profondità in te stessa e quindi scoprire le parti scomposte della tua bambina ferita, accoglierla e trasformarla nella tua più grande alleata ed Amore omni comprensivo che ella al...

Desidero ringraziarti per la tua bella testimonianza e congratularmi per lo splendido lavoro interiore da Te compiuto fino a questo momento, hai saputo entrare in profondità in te stessa e quindi scoprire le parti scomposte della tua bambina ferita, accoglierla e trasformarla nella tua più grande alleata ed Amore omni comprensivo che ella al contempo è cioè la bambina meravigliosa in te, il dorato essere che tu sei e che noi tutti siamo al di là delle apparenze e delle ferite che hanno ingenerato così tanta paura, smarrimento, vergogna e risentimento andando ad alimentare il corpo di dolore e le conseguenti esperienze dolorose che il bambino interiore nella sua sensibilità e purezza, non poteva che fare proprie perdendo così nel tempo il suo splendore dorato!
sei pronta per il prossimo step !
A breve metterò on line il Percorso di guarigione dal bambino ferito al bambino meraviglioso 2^ Parte e li sarà ancor di più approfondito il lavoro interiore per far emergere ancor più pienamente la Bambina dorata, il Bambino dorato in noi e così essere poi liberi di seguire in totalità le proprie passioni e la mission dell'anima.

Infinite Benedizioni , Pace e Provvidenza
Massimo,

Leggi Tutto
This comment was minimized by the moderator on the site

Quando si è da soli, e nessuno si prende cura di noi, quanto tempo passa prima che "Dio Padre" e "Dio Madre" ci riconoscano?
E come avviene questo processo?
Non ho fretta, diciamo così, ma i passaggi fondamentali, per evitare di cercare quel riconoscimento all'esterno di noi stessi, non mi sono chiari.
Sono ancora all'inizio di questo viaggio e...

Quando si è da soli, e nessuno si prende cura di noi, quanto tempo passa prima che "Dio Padre" e "Dio Madre" ci riconoscano?
E come avviene questo processo?
Non ho fretta, diciamo così, ma i passaggi fondamentali, per evitare di cercare quel riconoscimento all'esterno di noi stessi, non mi sono chiari.
Sono ancora all'inizio di questo viaggio e di questa scoperta, ma a volte, mi capita di provare ad affondare le radici nel posto sbagliato...
Dei luoghi, dove da sole, queste radici non potrebbero mai germogliare... Avrebbero sempre e comunque bisogno del nutrimento degli altri...
Allora mi chiedo... Esiste un posto dove gli alberi crescono forti, sani e robusti da soli?
In realtà no... Almeno credo...
Perché comunque, per crescere, germogliare e diventare robusti, hanno bisogno del terreno, della pioggia, del vento, del sole... Di tutti gli elementi naturali...
Ma io non sono un Albero...
Sono semplicemente un essere umano... E in quanto tale, cerco nutrimento e riconoscimento nei miei simili...
Negli altri Esseri Umani...
Cosa c'è di sbagliato in tutto ciò?
Del resto, non siamo noi, esseri umani, degli animali sociali? Non abbiamo bisogno degli altri per poter sopravvivere?
Che cos'è l'Interdipendenza?
Vorrei semplicemente essere amata per quello che sono, pur sapendo che non è semplice.
E al tempo stesso, vorrei amare...
Per il semplice gusto del farlo?
... Non credo proprio...
C'è ancora tanta aspettativa... C'è un forte bisogno di essere amata e riconosciuta...
È qualcosa di cui probabilmente non mi libererò mai...
Ma cosa c'è di male in tutto questo?
Nulla secondo me...
Voglio soltanto godermi il mio viaggio.
Grazie a tutti in anticipo per le risposte.

Leggi Tutto
Non ci sono ancora commenti
Carica Altri Commenti

Lascia un commento
Per discutere in modo approfondito visita il forum

  1. Stai postando come ospite. Registrati o .
Allegati (0 / 3)
Share Your Location