Un vero Maestro deve insegnare gratis !?

Ho sentito tante volte questa affermazione negli ambienti spirituali: "Un vero maestro deve insegnare gratis". Non so ormai quante volte ho sentito criticare Osho per le sue 93 Rolls Royce, e mi fa sorridere pensare che questo era proprio l'effetto che voleva ottenere...

Poichè il nostro rapporto con l'energia denaro è a dir poco conflittuale, è abbastanza normale che si tenda a far coincidere lo Spirito con qualcosa che dovrebbe essere "gratis". Ma attenzione, perchè così facendo si mette sul tavolo anche la convinzione che le risorse siano limitate, che non si ha accesso all'abbondanza, e che per questo motivo gli insegnamenti spirituali dovrebbero essere gratuiti.

"Gesù non chiedeva nulla in cambio dei suoi insegnamenti" mi hanno detto parecchie volte.
Beh... in realtà Gesù ti chiedeva "soltanto" di lasciare andare tutto quello che stavi facendo e seguirlo per il resto della tua vita!
Sono sicuro che qualsiasi maestro oggi, se tu gli offrissi la tua vita in cambio, ti insegnerebbe gratis tutto quello che sa. Ma oggi quanto siamo disposti ad offrire per un insegnamento spirituale?

Di informazione gratuita ce n'è a tonnellate: vi accediamo in un secondo su internet, la fagocitiamo e molto spesso poi la dimentichiamo. Quando per la stessa informazioni dobbiamo pagare... ecco che la trattiamo con più cura.

Forse qualcuno ancora non ha capito che il valore di un insegnamento è solo per il 10% nell'insegnamento in sè, l'altro 90% è il valore che noi, tramite la nostra energia, gli diamo. Questo ci fa anche capire quando il vero valore di un Maestro non sia tanto nel tipo di insegnamenti che propone, quanto nella sua capacità di farci entusiasmare per essi, così che possiamo accenderli con la nostra passione spirituale.

Per questo motivo sono contento di aver pagato cari tanti insegnamenti che ho ricevuto. Essi hanno ancora valore per me anche in virtù della quantità di energia-denaro che ho speso per riceverli. Imparare a ricevere gratis e ad avere lo stesso cura di ciò che si riceve è un'arte. Quando la si apprende, state pur sicuri che si comincia a ricevere gratis, o comunque si ha abbastanza abbondanza da poter spendere senza pensieri in seminari di qualsiasi tipo.

Il valore di un vero Maestro non è quello di vivere in umiltà e povertà, ma quello di vivere in ricchezza pur essendo totalmente distaccato da ciò che possiede. Un vero maestro è pronto a perdere o guadagnare tutto in ogni momento, perchè sa che ciò che possiede è solo un'illusione temporanea. 


Osho e le sue Rolls Royce: la più buffa parodia del consumismo mai realizzata.

osho rolls royceOsho ha collezionato Rolls Royce per buona parte della sua vita negli Stati Uniti, donate amorevolmente dai suoi discepoli. Sapete perchè? Prima di tutto perchè ne aveva voglia, e questa dovrebbe già essere una ragione sufficiente, e poi perchè Osho era uno straordinario provocatore, e sapeva benissimo che ostentando ricchezza in questo modo avrebbe scatenato lo scandalo e acceso una riflessione intorno alla nostra percezione del giusto e dello sbagliato... una collezione di 93 Rolls Royce per creare la più buffa "parodia del consumismo mai realizzata", come l'ha definita Tom Robbins. 
Osho, come tutti i veri maestri, era un'artista, e la sua vita non è stata altro che una installazione vivente tramite cui ha trasmesso un insegnamento.

Un vero maestro sa che la materia è un'illusione temporanea... 1 Fiat Panda, 10 Ferrari, 100 Rolls Royce, che differenza fa? Tutto è solo un ologramma frutto della nostra coscienza umana. E' la nostra risposta emozionale che fa la differenza.

Pensateci bene: guardate il vostro estratto conto online: 1.000 €, come vi sentite? Lo guardate di nuovo: -1.000 €, e ora? Di nuovo: 1.000.000 €, e ora?
Sono solo zeri, uno e simboli... ma ci causano emozioni dirompenti. Un Maestro, quando è vero, è libero da queste emozioni, sa che tutto è un gioco, e quindi i suoi atti hanno sempre un senso spirituale.

E come distinguete un vero Maestro da un truffatore che vuole solo arricchirsi? L'abbiamo già detto: lo strumento da usare, come sempre, è il cuore. Nel caso di Osho, o avete potuto conoscerlo di persona e farvi un'idea, o ricevete i suoi insegnamenti tramite libri e seminari e percepite la qualità di energia che ne viene (come ho fatto io)... e poi decidete in base al vostro cuore.


"Sii povero e umile": come gli Illuminati hanno relegato la spiritualità dove non poteva nuocere.

frate cappuccinoNon affronto ora il discorso sugli Illuminati (altrove chiamati Nuovo Ordine Mondiale, Cabal, NWO, Gruppo Bilderberg,...) ma mi riprometto di farlo in seguito. 
Vi basti sapere che da tempo immemorabile ci sono sulla terra persone che detengono tutto il potere economico, politico e religioso, e che sono ben consapevoli di insegnamenti spirituali come la "legge di attrazione". Queste persone sanno che se l'umanità abbracciasse la sua natura spirituale potrebbe liberarsi in un istante da tutte le catene con cui la tengono assoggettata.

Per questo, per evitare che l'inevitabile diffusione degli insegnamenti spirituali tra le masse potesse causare un risveglio dell'umanità, hanno elaborato una sottile strategia modificando questi insegnamenti per quanto era possibile.

Ecco che ad esempio, nella religione cattolica, che "umiltà, povertà, castità e obbedienza" sono diventati i cardini della vera evoluzione spirituale. Come dire: "Evolviti pure spiritualmente, ma fallo senza occuparti delle cose mondane... così che possiamo continuare ad occuparcene noi! Questa continua separazione tra il mondano e lo spirituale, tra il sacro e il profano, tra il vile denaro e l'umile povertà, è una modalità raffinata per relegare la potenza della spiritualità tra le mura (mentali e reali) di un monastero separato dal mondo.

Non fraintendetemi vi prego, non ce l'ho con i monaci o con coloro che hanno scelto una vita ritirata nella preghiera. Questi fanno un grande lavoro sul piano dello Spirito, e l'energia delle loro preghiere sostiene fortemente l'umanità. Ma se guardiamo alla storia è abbastanza ovvia l'operazione di inquinamento che è stata fatta da chi voleva che il potere degli insegnamenti spirituali fosse separato dalla vita quotidiana, e questo è un fatto.

E si... anch'io amo San Francesco e tante volte mi sono commosso di fronte alla semplicità e alla potenza del suo messaggio, eppure io credo che oggi abbiamo un altro tipo di lezione da imparare, quella di unire mondanità e spirito, oro materiale e oro spirituale. E' la lezione suprema di umiltà: quella di guardare a ciò che abbiamo con la gioia dell'avere e il distacco del giocare.


Conclusione: Maestro ricco o povero?

La risposta a questa domanda è: Maestro vero. Se il maestro che avete incontrato è vero per voi, se il vostro cuore canta e siete innamorati di quell'energia, il suo conto in banca non ha alcuna importanza.

Ma non giudicate un maestro solo perchè ha la Ferrari, o va in giro con un Rolex al polso. Potrebbe essere un avido truffatore, o potrebbe essere invece un nuovo Osho. Imparate piuttosto a capire il perchè delle vostre reazioni di fronte a certe espressioni di abbondanza... siete veramente in equilibrio?

Niccolò Angeli
Autore: Niccolò Angeli
Sono un divulgatore a cavallo tra spiritualità, scienza, arte e… tutto ciò che definiamo "Dio". Amo semplificare e rendere accessibili quei principi esoterici che un tempo erano riservati a pochi eletti. Per me… spiritualità è la vita stessa, è comprendere le leggi universali che regolano la Natura, non solo con la razionalità, ma anche... leggi tutto.

Seguici:  
Ricevi i nostri aggiornamenti, offerte ed eventi via email.

Seguici:  
Ricevi i nostri aggiornamenti, offerte ed eventi via email.

  1. Commenti (0)

  2. Aggiungi il tuo

Commenti (0)

Valutato 0/5 con 0 voti
Non ci sono ancora commenti

Lascia un commento
Per discutere in modo approfondito visita il forum

  1. Stai postando come ospite. Registrati o .
Allegati (0 / 3)
Share Your Location